Anteprima:

Beta M4 Motard


Avatar Redazionale , il 13/07/05

16 anni fa - Nuovo vestito per la motard toscana

Beta spinge sull'acceleratore delle novità e presenta già la sua nuova motard per il 2006. Più moderna e piacevole cambia faccia e nome ma non sostanza.


FACCIA DA MOTARD

Il buon successo di vendite delle due 4.0 ha convinto i ragazzi della Beta che era il caso di insistere con ancora maggiore convinzione sulla strada intrapresa. Così per il 2006 la Motard 4.0 si evolve e conquista una propria identità ben precisa, distaccandosi dalla definizione di "Alp con le ruote lisce" che le era stata appioppata. Adesso c'è più design, più attenzione al particolare e le due moto sono nettamente distinguibili. Nuove sovrastrutture più slanciate e moderne (la zona anteriore ricorda abbastanza la FMX) cambiano letteralmente la faccia di questa agile Motard urbana, che cambia anche in parecchi particolari, compreso il faro (ora rettangolare) e la mascherina che danno un taglio decisamente più aggressivo all'insieme. Cambiano convogliatori (bella l'idea dell'aletta in alluminio) le fiancatine e anche il parafango posteriore con tanto di mini gruppo ottico e mini frecce che contribuiscono non poco al look della motard toscana.

NUOVO CRUSCOTTO...

Anche la strumentazione è completamente nuova e abbandona il cruscottino analogico (e un po' sempliciotto) della "vecchia" motard per sposare la causa del tutto digitale, con un bel cockpit compatto e molto completo le cui funzioni sono attivabili direttamente dal manubrio.

...STESSA BASE

La sostanza resta la stessa del modello precedente, con un telaio a doppia culla in acciaio e sospensioni di tipo tradizionale (il posteriore con leveraggio progressivo) abbinate a cerchi sportivi e ai freni Grimeca, con davanti il padellone da 310 mm. Il telaio è abitato dal motore 350 cc raffreddato ad aria e olio di origine Suzuki rivisto da Beta a livello di scarico e carburazione. È accreditato per 29 cv, che per i soli 133 kg della M4 (questa la nuova sigla della Motard Beta) bastano e avanzano. La lieta novella è anche che il prezzo resterà invariato, anzi per i primi esemplari venduti scenderà anche un po' piazzandosi al di sotto dei 5.000 Euro, viste le valide doti dinamiche della progenitrice e il nuovo look della M4 c'è davvero da farci un pensierino.
Pubblicato da Redazione, 13/07/2005
Gallery
Logo MotorBox