Autore:
Emanuele Colombo

MATRIX NON C'ENTRA Tutti lo conoscono per i film che ha interpretato, qualcuno sa che è anche un vero appassionato di moto, pochissimi, invece, hanno sentito dire che Keanu Reeves ha fondato, insieme con il designer e costruttore Gard Hollinger, la Arch Motorcycle: un atelier con base a Los Angeles per la produzione di autentici gioielli a due ruote, ora esposti a EICMA 2017.

I TRE MODELLI Tre sono i modelli proposti da Arch: una cruiser chiamata KRGT-1; una café racer chiamata Arch 1s e una naked sportiva che prende il nome di Method 143. La KRGT-1 è l'aggiornamento di un modello del 2015, che al salone di Milano si presenta rinnovato in parecchi dettagli. Molto leggera nelle forme, è costruita con 200 parti in alluminio lavorate dal pieno attorno a un classico V-Twin americano di 2.032 cc.

LA CRUISER Le ruote sono in fibra di carbonio, la forcella è Ohlins, il mono posteriore è fatto in casa da Arch e la moto viene adattata e rifinita in base alle richieste del cliente, nel pieno rispetto della filosofia custom. Le novità del modello 2018 prevedono una sospensione anteriore perfezionata, l'adeguamento Euro 4 e freni migliorati con ABS opzionale (immaginiamo che per legge dovranno averlo tutte quelle per il mercato europeo, dove Arch è importata dalla svizzera Suter Industries).

LA CAFÉ RACER La Arch 1s è un'evoluzione della KRGT-1, ha una posizione di guida nettamente più sportiva ed è la prima moto di Arch Motorcycle dotata di forcellone monobraccio. Particolare è il serbatoio, costruito in fibra di carbonio e alluminio macchinato dal pieno con macchine a controllo numerico, che ha una massiccia quanto pregiata cover basculante, incernierata con due meccanismi a pantografo: gli amanti del dettaglio ne andranno pazzi!

LA NAKED Las but not least è la Arch Method 143, primo concept per una moto da produrre in piccola serie. Dotata di un telaio monoscocca in fibra di carbonio, con sella in cuoio integrata, la Method verrà realizzata in soli 23 esemplari, attorno a un motore V-Twin ancora più grosso dei precedenti: da ben 2.343 cc di cilindrata. Il monobraccio posteriore è rivestito in fibra di carbonio, ma ha una struttura in alluminio lavorato dal pieno.

FORCELLA CARENATA La forcella è una Ohlins FGRT con carenatura aerodinamica degli steli realizzata in fibra di carbonio: materiale con cui sono realizzate anche le inedite ruote dal disegno a turbina e parte dello scarico in titanio. Siamo in attesa che ci dicano quanto costa tutto questo ben di dio, ma francamente ci sembra proprio il classico caso in cui se chiedi quanto costa è perché non te lo puoi permettere.


TAGS: foto gallery caratteristiche eicma 2017 eicma 2017 case arch motorcycle eicma 2017 arch 1s special arch eicma 2017 arch krgt-1 2018 arch custom eicma 2017 arch method 143 arch naked eicma 2017 arch cruiser eicma 2017 arch café racer eicma 2017 keanu reeves moto keanu reeves arch motorcycles keanu reeves eicma 2017 keanu reeves salone di milano