Anteprima:

Ducati 1098 R SBK


Avatar Redazionale , il 02/07/07

14 anni fa - Prima uscita della nuova SBK Ducati

Appena cambiato il regolamento, ecco che ti spunta la prima 1200 bicilindrica (ma sarà proprio 1200?), manco a dirlo marchiata Ducati. La sigla per ora non cambia, si chiama ancora 1098 ed ha fatto la sua prima uscita ufficiale guidata da Bayliss davanti ai 50.000 del WDW.


CHE TEMPISMO
Guarda guarda, in Ducati erano talmente convinti che la nuova regola sui bicilindrici 1200 diventasse operativa che appena ufficializzato il tutto hanno già messo in pista la moto con cui Bayliss lotterà per il mondiale il prossimo anno. E per un evento simile quale palco migliore del WDW? In questi giorni in cui il circondario del Santamonica è stato invaso da migliaia di rosse (20.000 la stima delle moto presenti), l'avventura della 1098 R è diventata ufficiale.


LA SIGNORA IN NERO
Niente livree multicolori e loghi degli sponsor, come ogni prototipo che si rispetti, la 1098 R si è presentata quasi in incognito, con carena in carbonio e serbatoio di alluminio. Troy Bayliss l'ha portata al debutto ufficiale, ma la moto aveva già girato al Mugello con Niccolò Canepa e Domenico Colucci i due piloti dello Xerox Junior team, segno che il progetto superbike non è mai stato messo in discussione come invece minacciavano i vertici Ducati nel caso il nuovo regolamento non fosse passato.

TOP SECRET Ovviamente nulla è stato divulgato su motore e soluzioni tecniche (si parla di un 1198 di cilindrata) ma è certo che questa moto sarà più vicina delle precedenti alla moto disponibile sul mercato. Il nuovo regolamento, infatti, ha sì consentito alle bicilindriche di aumentare la cilindrata, ma al tempo stesso ne ha limitato le possibilità di elaborazione. Sulla 1098 R sa SBK, infatti, le bielle, l'albero motore e i bilancieri sono assolutamente di serie, così come il telaio. Mentre è ovviamente possibile cambiare tutto il resto dall'elettronica al forcellone.


Pubblicato da Redazione, 02/07/2007
Logo MotorBox