Pubblicato il 06/12/20

BRIVIDO FINALE L'ultima gara stagionale della Formula 2 ha laureato campione Mick Schumacher. Il tedesco partiva con il favore dei quattordici punti di vantaggio su Callum Ilott in una gara che ne assegnava al massimo 17. Il tedesco, però, è riuscito a complicarsi la sua corsa verso il titolo. Un errore in staccata mentre era in un'ottima quarta posizione gli ha fatto rovinare le gomme costringendolo ad una sosta ai box solitamente non prevista nella gara sprint. Schumacher, finito in fondo, ha tentato di risalire, ma in quel momento l'ago della bilancia era diventato proprio Ilott. L'inglese ha deciso le sorti del campionato quando anch'egli ha avuto un crollo delle prestazioni ed è finito fuori dai punti. Con il 18° posto finale, Mick Schumacher mette le mani sul titolo e chiude la sua carriera agonistica nelle categorie minori: il prossimo anno (l'annuncio è avvenuto in settimana, ndr) correrà in Formula 1 per il team Haas.

daruvala bahrain

CENTRO DI DARUVALA In una stagione quantomai incerta e dove i piloti capaci di imporsi in almeno una gara sono stati ben dodici, è arrivata nell'ultima corsa dell'anno la prima affermazione di Jehan Daruvala. L'indianao del team Carlin è pilota del vivaio Red Bull al pari del suo compagno di box Yuki Tsunoda. Quest'ultimo è stato ben più incisivo quest'anno. I due concludono la stagione regalando una doppietta al team inglese. Daruvala ha visto il traguardo davanti a Tsunoda mentre terzo è Dan Ticktum, pilota da cui ci si aspettava molto di più ad inizio stagione. L'inglese partiva davanti a tutti ed era insidiato da Mick schumacher prima dell'errore che ha spedito quest'ultimo indietro.

team prema

DECIMO ILOTT Per laurearsi campione ad Ilott serviva disperatamente la vittoria, che peraltro sembrava a portata. L'inglese ha provato ad andare a riacciuffare i battistrada, ma in breve le gomme sono crollate e ha finito con il perdere posizioni. Decimo al traguardo l'inglese che così, al pari di Schumacher, non segna punti. Giù dal podio Guan Yu Zhou seguito da Robert Shwartzman, pilota che aveva dominato la prima parte di campionato. Sesto Giuliano Alesi che riscatta una stagione alquanto difficile mentre settimo è Luca Ghiotto, costretto al recupero dalle retrovie. Chiudono la top ten Felipe Drugovich, l'irruente Nikita Mazepin e, come detto, Callum Ilott. Tra i team il titolo è andato ancora ieri al team Prema. La squadra vicentina ha vissuto una stagione impeccabile trionfando in tutti e quattro i campionati in cui si è impegnata: Formula 4, Formula Regional, Formula 3 e Formula 2.

Bahrain, Gara 2

Pos Pilota Team Gap
1 Jehan Daruvala Carlin 34 giri
2 Yuki Tsunoda Carlin 3.561
3 Dan Ticktum DAMS 3.902
4 Guan Yu Zhou UNI-Virtuosi 5.615
5 Robert Shwartzman Prema Racing 7.585
6 Giuliano Alesi MP Motorsport 9.040
7 Luca Ghiotto Hitech GP 11.093
8 Felipe Drugovich MP Motorsport 13.878
9 Nikita Mazepin Hitech GP 14.536
10 Callum Ilott UNI-Virtuosi 16.023
11 Pedro Piquet Charouz Racing 16.157
12 Christian Lundgaard ART GP 17.051
13 Louis Deletraz Charouz Racing 20.176
14 Marcus Armstrong ART GP 21.844
15 Roy Nissany Trident 23.639
16 Marino Sato Trident 26.089
17 Sean Gelael DAMS 26.759
18 Mick Schumacher Prema Racing 28.529
19 Guilherme Samaia Campos Racing 35.936
20 Artem Markelov HWA Racelab 59.769
21 Theo Pourchaire HWA Racelab 1 giro
22 Ralph Boschung Campos Racing 25 giri

TAGS: schumacher Bahrain Ticktum tsunoda daruvala