Autore:
Simone Dellisanti

ANCORA DAVANTI Nella seconda tappa del Rally del Marocco, le Peugeot 3008DKR sono state ancora una volta tra le vetture più competitive. Sébastien Loeb e Daniel Elena conservano il 1° posto in classifica generale, mentre Carlos Sainz e Lucas Cruz sono stati i più veloci della speciale neutralizzata dopo il break imposto dopo il primo checkpoint raggiunto.

TAPPA SOSPESA Gli organizzatori, infatti, hanno fermato i concorrenti dopo il primo checkpoint della speciale (130esimo chilometro). Uno dei guadi da superare era completamente allagato e impraticabile a causa delle recenti piogge nella regione, cosi i veicoli partecipanti alla corsa si sono mossi in convoglio e hanno raggiunto il bivacco percorrendo una strada aperta.

IN VETTA Partiti come apripista ieri mattina, con diversi trabocchetti di navigazione da schivare lungo il percorso, Sébastien Loeb e Daniel Elena, sulla Peugeot 3008 DKR, erano terzi al CP1. Nonostante la confusione nell’organizzazione e la decisione finale della Direzione gara di calcolare la classifica al check point 31 (175esimo chilometro), l’equipaggio del Team Peugeot Total mantiene 5 minuti di vantaggio in classifica generale.

BEST TIME Carlos Sainz e Lucas Cruz hanno fatto segnare il miglior tempo al CP1: avevano 54 secondi di vantaggio sui loro diretti inseguitori. La coppia spagnola, a suo agio sulla Peugeot 3008DKR, ha dimostrato di avere ancora il potenziale per ottenere delle vittorie di tappa.

GROSSA PENALITA' Sfortunatamente, si è vista attribuire – in tarda serata – una pesante penalità di 50 ore nella classifica generale provvisoria, a causa di una comunicazione confusa con la Direzione gara. Penalità che influirà pesantemente sulla gara.


TAGS: peugeot rally peugeot 3008 red bull sebastien loeb dakar Carlos Sainz Peugeot Sport Team Peugeot Total peugeot 3008 dkr peugeot 3008dkr dakar rally rally dakar 3008 dkr 2017 peugeot 3008 dkr dkr peugeot total rally marocco 2017