Pubblicato il 31/08/20

NEWGARDEN RICUCE SU DIXON La seconda gara del week end dell'Indycar Series sull'ovale corto del Gateway Motorsport Park ha visto la vittoria di Josef Newgarden. Il campione in carica ravviva le sue chance di lottare per il campionato riducendo il distacco dal capoclassifica Scott Dixon, vincitore della prima manche di sabato pomeriggio. La corsa è stata molto lineare e priva di emozioni tanto che si è avuta una sola caution, a tre giri dalla fine, e non si è verificato nessun ritiro.

TAKUMA SATO IN POLE Partiva davanti a tutti il neo-vincitore della 500 miglia di Indianapolis che proprio nella gara del sabato ha braccato Dixon tentando di bissare subito il successo. Il giapponese ha comandato i primi 60 giri - dopo che la gara è partita dietro pace car a causa dell'olio perso in pista da un mezzo di servizio - per tornare poi brevemente davanti a tutti appena dopo metà gara. Ad alternarsi al comando sono stati Pato O' Ward, Will Power e Colton Herta. Newgarden ha vissuto il suo momento decisivo quando a 43 giri dalla fine ha preso la testa della corsa per non mollarla più.

O' WARD SECONDO Promette bene il giovane del team Schmidt/McLaren che dopo delle ottime prestazioni a Indianapolis a Gateway ha dimostrato di poter ambire a qualcosa di più. Il primo successo gli è sfuggito nuovamente dovendo rincorrere Newgarden fin sotto alla bandiera a scacchi. Bene per la classifica di campionato che lo vede dietro ai primi due. Terzo invece Will Power che ha incontrato problemi nell'ultimo cambio gomme scivolando fuori dalla lotta per la testa della corsa. Dietro ai primi tre si sono piazzati Rinus Veekay e Scott Dixon. Chiude sesto Colton Herta precedendo Felix Roqensvist. Gara difficile in casa Andretti Autosport dove l'unico pilota nella top ten è stato proprio Herta. Ryan Hunter-Reay ha chiuso 11°. Sempre meglio di sabato quando ancor prima di tagliare il traguardo al via di gara 1, la squadra di Michael Andretti contava già tre vetture ferme.

Gateway, Gara 2

Pos Pilota Team Gap
1 Josef Newgarden Team Penske 200 giri
2 Pato O' Ward Schmidt/McLaren 1.436
3 Will Power Team Penske 3.358
4 Rinus Veekay Team Carpenter 4.437
5 Scott Dixon Team Ganassi 6.271
6 Colton Herta Andretti Autosport 7.002
7 Felix Rosenqvist Team Ganassi 9.689
8 Conor Daly Team Carpenter 9.920
9 Takuma Sato Rahal/Lettermann 10.813
10 Santino Ferrucci Dale Coyne Racing 15.674
11 Ryan Hunter-Reay Andretti Autosport 16.657
12 Alex Palou Dale Coyne Racing 18.858
13 Jack Harvey Team Shank 20.078
14 Alexander Rossi Andretti Autosport 20.989
15 Marco Andretti Andretti Autosport 1 giro
16 Simon Pagenaud Team Penske 1 giro
17 Oliver Askew Schmidt/McLaren 1 giro
18 Charlie Kimball Team Foyt 1 giro
19 Tony Kanaan Team Foyt 1 giro
20 Graham Rahal Rahal/Lettermann 2 giri
21 Ed Carpenter Team Carpenter 3 giri
22 Zach Veach Andretti Autosport 4 giri
23 Marcus Ericsson Team Ganassi 10 giri

TAGS: power indycar Sato Newgarden Dixon herta gateway