Mercato auto

Dati UNRAE: a novembre segno più


Avatar Redazionale , il 03/12/15

5 anni fa - Si festeggia con un +23,5%

Sereno stabile per il mercato auto

AVANTI TUTTA E’ una crescita ininterrotta quella portata avanti dal mercato della auto italiano durante gli 11 mesi appena trascorsi. Novembre si conferma un ottimo mese, con immatricolazioni in crescita di ben il 23,5% rispetto a novembre 2014. Il mercato quindi si dimostra stabile, con una media di nuove immatricolazioni di circa 133.000 auto al mese, fatta eccezione del mese di agosto, che invece ha visto immatricolare quasi la metà delle unità a causa della chiamata delle irrinunciabili vacanze estive. Visto il buon trend intrapreso, l’UNRAE (Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri) stima si possa chiudere tranquillamente il 2015 con quasi 1,6 milioni di auto vendute, 200 mila in più rispetto all’anno passato.

PIOVONO NOLEGGI Come sempre, sono le vendite ai privati a tirare, crescendo di ben il 25% rispetto allo scorso anno e allo stesso tempo dimostrando di essere perfettamente in linea con la crescita media di mercato (+23,4%); i privati si portano via la parte più consistente (65%) del totale immatricolato. Ma la vera sorpresa si sono dimostrati i noleggi: spinti da un evento come l’EXPO, sono cresciuti del 36% circa grazie soprattutto alla fascia appartenente al breve termine (+98,7%) e in seconda istanza anche dal lungo termine (+19,7%).

VEDI ANCHE



SANE E VECCHIE ABITUDINI Il mese di novembre sembra aver confermato anche che il mercato non si è spaventato per lo scandalo legato ai motori diesel dato che, rispetto all’anno scorso, le immatricolazioni delle auto a gasolio sono cresciute del 28,6% rappresentando, allo stesso tempo, anche la scelta primaria degli acquirenti (57,6% del totale del parco immatricolato nel mese). Seconda in classifica l’alimentazione a benzina, forte dei ribassi continui del prezzo del greggio e legata a doppio filo alle motorizzazioni scelte per il sempre più crescente segmento delle utilitarie, che è aumentata di quasi il doppio (+42,8%) rispetto alla media di mercato. Perdono terreno invece le vendite di “gasate” ed “elettrificate” rispettivamente -20,8% per il GPL, -31,8% metano e -3,3% le full electric.

PICCOLO E’ BELLO… IL SUV Come detto, sono le auto di piccole e medie dimensioni a risentire della crescita maggiore, con appunto le utilitarie che crescono del 24,3% rispetto al 2014 (42% del parco immatricolazioni) ed il segmento delle irriducibili medie che invece è cresciuto del 31%. Ed è proprio in quest’ultimo segmento che si registrano le vendite maggiori, rappresentate perlopiù dal sempre più apprezzato e diffuso segmento delle crossover (+49,2%) e del rinato amore per il segmento delle Station wagon per famiglie e non (37,6%).

VIVE LA FRANCE I dati di vendita suddivisi per casa automobilistica, questo mese, sembra lascino spazio ad un rinnovato feeling con le francesi, con le vendite per il Gruppo PSA cresciute del 30,44% e con Renault che fa registrare un +26%. Vendite sostenute sia da prezzi di base competitivi e sia dall’introduzione di campagne di vendita molto aggressive. Ovviamente FCA e Ford non sono state ferme a guardare, con FCA, forte delle best seller Panda, Punto, Ypsilon e 500, che sforna un +26% e Ford che, grazie a Fiesta e Focus, raggiunge un +29,11% di nuove immatricolazioni. Degno di nota il gruppo VW, che con una crescita del 21%, rappresenta ad ogni modo il terzo gruppo in classifica sul totale delle auto immatricolate in Italia.


Pubblicato da Yaron Esposito, 03/12/2015
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox