Pubblicato il 23/06/21

BUONO A SAPERSI Prima o poi, capita a tutti. E spesso, capita quando hai la mente presa da mille pensieri. Tranne quello di essere fermato dalla polizia. Proprio perché imprevedibile, un controllo delle Forze dell'ordine facilmente provoca un pizzico di nervosismo, addirittura panico nel caso di soggetti particolarmente ansiosi. Questo pure nel caso l'automobilista non abbia assolutamente nulla da nascondere (perché se invece hai la coda di paglia e sai di aver commesso un infrazione, l'agitazione è una reazione comprensibile). Ecco perché, nell'eventualità di un controllo a sorpresa, è utile farsi trovare preparati. Conoscere i propri doveri, ma anche i propri diritti. Sapere in anticipo come comportarsi di fronte alle richieste di un agente aiuterà a rimanere lucidi al momento topico. E il più delle volte, ad accelerare la prassi. Prima di ripartire sereni, come se nulla fosse accaduto. Ecco 10 regole d'oro, sottoforma di domande e risposte. Ce ne sono tante altre: queste, intanto, le scolpiamo nella pietra.

  1. All'Alt
  2. Patente e libretto
  3. Assicurazione
  4. Carta d'identità
  5. Interrogazione
  6. Perquisizione auto
  7. Perquisizione personale
  8. Alcoltest
  9. Generalità agente
  10. Filmare un poliziotto


1. LA POLIZIA MI MOSTRA LA PALETTA: SONO OBBLIGATO A FERMARMI?

SÌ. Se la polizia ti intima di fermarti mentre sei al volante, occorre ovviamente obbedire e accostare sul ciglio della strada, o in qualunque luogo che non crei intralcio alla circolazione. Se non su esplicita richiesta, non dovrai uscire dalla vettura

2. SONO OBBLIGATO A MOSTRARE LA PATENTE?

SÌ. All'agente che si avvicinerà a noi sarà necessario esibire patente di guida e libretto di circolazione. In caso contrario, si rischia una sanzione amministrativa da 87 euro a 345 euro.

3. DEVO MOSTRARE L'ASSICURAZIONE?

SÌ. Soltanto nel caso la polizia me lo chiedesse, allora sarei obbligato anche a esibire il certificato di assicurazione, documento che per legge deve essere conservato all'interno del veicolo.

4. DEVO ESIBIRE LA CARTA D'IDENTITÀ?

NO. Pure nel caso l'agente mi chiedesse esplicitamente di mostrare un documento identificativo diverso dalla patente di guida, ho la facoltà di rifiutarmi, in quanto - su suolo nazionale - non sono obbligato a portare con me carta d'identità o passaporto. Sarà sufficiente, su richiesta, declinare a voce le proprie generalità: nome, cognome, data e luogo di nascita. 

5. DEVO RISPONDERE A QUALSIASI DOMANDA?

NO. Non sono tenuto a fornire risposta a domande che non siano inerenti al motivo che ha portato al fermo del veicolo

6. LA POLIZIA PUÒ PERQUISIRE LA MIA AUTO?

SÌ. La perquisizione del mezzo rientra tra le legittime facoltà delle Forze dell'ordine. Può essere disposta per verificare che il veicolo sia conforme alle norme di circolazione e che rispetti le caratteristiche riportate sul libretto.

7. LA POLIZIA PUÒ PERQUISIRE L'AUTOMOBILISTA?

SÌ. Qualora la polizia nutrisse fondati sospetti (detenzione di armi, sostanze stupefacenti, etc.), allora potrà procedere con la perquisizione sia del veicolo, sia della persona. Il soggetto avrà allora il dovere di collaborare con gli agenti. Non si ha diritto a un avvocato, a meno che non sia immediatamente reperibile. Se sei formalmente indagato, la polizia dovrà leggerti i tuoi diritti. Avrai il diritto di rimanere in silenzio, e di nominare un avvocato di fiducia.

8. LA POLIZIA PUÒ IMPORMI L'ALCOLTEST?

SÌ. Se mi viene chiesto di sottopormi al test del tasso alcolemico, ho il dovere di obbedire. In realtà rientra tra i miei diritti anche il rifiuto, ma in tal caso sarai processato per guida in stato di ebbrezza: si presumerà che io fossi alla guida con un tasso di alcol nel sangue più elevato della soglia legale. In altre parole: verrei arrestato.

9. UN POLIZIOTTO DEVE FORNIRE LE SUE GENERALITÀ?

NO. Un agente di polizia non è tenuto a fornire le proprie generalità. Mentre in servizio, è semmai tenuto a mostrare il tesserino o la placca di riconoscimento che lo identifichi mediante numero di matricola. Tra i membri delle forze armate autorizzati a svolgere il proprio servizio anche in borghese: nel momento in cui esercita la propria funzione, l'agente dovrà esibire placca o tessera di riconoscimento.

10. POSSO FILMARE UN AGENTE DI POLIZIA?

SÌ.. È legittimo fotografare o filmare i pubblici ufficiali, compresi quindi gli operatori di polizia impegnati in operazioni di controllo o in manifestazioni e avvenimenti pubblici. Mentre è illecito diffondere la foto di un funzionario o un pubblico ufficiale fuori dall’esercizio delle proprie funzioni. Bisogna infine evitare la diffusione dei documenti video-fotografici tutte le volte in cui l’autorità pubblica lo vieti espressamente.


TAGS: patente assicurazione auto carta di circolazione Alcoltest controlli polizia