2010-2014:

Tutte le Fiat, Lancia e Alfa Romeo in arrivo


Avatar di Luca Cereda , il 22/04/10

11 anni fa - Nel 2011 sarà la volta della Panda, poi arriveranno un'utilitaria compatta, le sostitute della Bravo e della Delta, nonché un Suv con la caladra del Biscione, tanto per citarne alcune. Ecco cosa proporrà il Gruppo Fiat da qui fino al 2014...

Nel 2011 sarà la volta della Panda, poi arriveranno un'utilitaria compatta, le sostitute della Bravo e della Delta, nonché un Suv con la caladra del Biscione, tanto per citarne alcune. Ecco cosa proporrà il Gruppo Fiat da qui fino al 2014...

PROFILO ALTO Sei milioni di auto prodotte in cinque anni, trentaquattro modelli nuovi e diciassette restyling. Tradotti in numeri, sono gli (ambiziosi) obiettivi che Sergio Marchionne ha fissato per la Fiat nel piano industriale 2010-2014 presentato ieri pomeriggio al Lingotto, dove si sono delineate le strategie future della Casa torinese. E per quanto riguarda le auto, si prevede traffico intenso, tra modelli in uscita di produzione e nuovi arrivi nei listini di ciascuno dei marchi del Gruppo.

RADDOPPIO Dei 34 nuovi modelli ben 13 verranno prodotti negli USA. Mentre la produzione italiana è destinata a raddoppiare: dalle 650mila di oggi al milione e 400 mila fissato per il 2014. Chiaramente punterà forte sulle sinergie, per arrivare a una gamma di 38 modelli realizzati sulla base di cinque piattaforme. Già nel 2011 accoglieremo cinque new-entry (tra Fiat e Lancia), solo una delle quali è un restyling.

PANDA AL VIA A fare da apripista - in entrata - sarà la nuova Panda, assieme a una grande crossover costruita sulla base della Dodge Journey. Lungo il quinquennio per il marchio Fiat si prevedono in tutto dieci nuovi modelli e sei restyling, con il debutto nel 2012 di una nuova berlina di segmento B – che verrà esportata anche in America – e un ritocco al look del Cinquino, nella versione coperta e scoperta. Programmato per il 2013 il debutto in gamma anche una nuova city-car, più o meno contemporaneamente alla sostituzione della Punto Evo appena lanciata con una nuova versione.

BRACCIO DI FERRO Lancia sarà invece il marchio più influenzato dall'alleanza con Chrysler, nel senso che le rispettive gamme subiranno una forte integrazione. All'orizzonte ci sono otto nuovi prodotti, con la nuova Ypsilon (5 porte), la nuova 300C ed il restyling della Grand Voyager destinate a comparire per prime a stretto giro di posta (2011);  parallelamente, tanti saluti – in rigoroso ordine di uscita dal listino – alla Phedra (2011), alla Musa (2012) e alla Delta (2014).

TORNA GIULIA Tra le fila del Biscione si segnala il ritorno di un nome storico come la Giulia, declinata nelle varianti berlina e station wagon e pronta a sconfinare dal mercato europeo per cercare fortuna commerciale anche in Usa, Messico e Canada. Alle viste, sempre restando in casa Alfa, anche l'uscita di un Suv medio e il restyling della Mito, che nel 2013 avrà finalmente una versione a 5 porte. Ecco tutte le auto in entrata e in uscita, marchio per marchio.

FIAT
Seicento:
uscirà di produzione alla fine del 2010 dopo 12 anni di onorata carriera. Nel 2009, la più piccola di casa Fiat era stata venduta 13mila pezzi, ma il picco più alto di vendite lo raggiunse nel 1999 quando ne furono vendute 105.700.
 
Citycar:
nel 2013 arriverà una nuova compatta a misura di città, sarà la vettura più piccola dell'intero listino Fiat e, di fatto, occuperà lo spazio libero lasciato dalla Seicento.

Nuova
Panda: attesa per il 2011 la seconda generazione della Nuova Panda, prima importante novità di questo piano di rilancio, per la quale è già prenotato un face lift nel 2014.

500 e 500C:
alle viste c'è un passaggio in carrozzeria proprio nel mezzo del quinquennio (2012) per un restyling di metà carriera.

Punto, Grande Punto, Punto Evo:
la prima abbandonerà le catene di montaggio al termine di quest'anno, la seconda a metà del 2013. Per la Evo, fresca di lancio nello scorso settembre, sostituzione in vista nel 2013 con una nuova versione.

Novità segmento B entry-level:
una nuova utilitaria compatta debutterà sul mercato europeo nel corso del 2012 per poi sbarcare anche in America.

Linea:
proseguirà almeno fino al 2014 la produzione della berlina a tre volumi derivata dalla Grande Punto fabbricata in Turchia, India e Brasile e destinata ai mercati emergenti. Nel 2011 ci sarà anche il primo restyling, a distanza di cinque anno dal suo debutto al salone dell'automobile di Istanbul.

Idea:
dopo otto anni di servizio e un lieve restyling nel 2005, al termine del 2011 cesserà la produzione della monovolume Fiat, sorella "povera” della Lancia Musa.

Monovolume piccola: uscita di scena l'Idea, due nuove monovolume entreranno in listino a partire dal 2012, una a cinque e l'altra a sette posti. La prima verrà commercializzata anche negli Stati Uniti.

Siena e Albea:
vanno in pensione nel 2010 anche le sostitute della Duna, figlie del Progetto 178 (che prevedeva la produzione a partire dallo stesso pianale di tre modelli: la Siena, l'Albea e la Palio) destinato ai mercati emergenti.

Bravo: continuerà ad essere fabbricata fino a metà 2013, ma Fiat ha già in canna la sostituta. La nuova compatta di segmento C debutterà nel 2012 in versione berlina (che ha un futuro anche a stelle e strisce), un anno dopo seguiranno le varianti a due volumi e station wagon.

Croma, Multipla e Ulysse:
per tutte e tre, a fine anno si stoppa la catena di montaggio. Sì, anche per la Croma, vettura apprezzata ma che non è riuscita ad affermarsi in modo convincente.

SUV:
nel 2011 ne arriverà uno basato sulla Dodge Journey, prodotto interamente dalla Chrysler, che tre anni dopo il lancio (2014) subirà già un primo facelif. Nel frattempo, entro la fine del 2012, cesserà la produzione della Sedici, tuttora uno dei modelli più venduti nel suo segmento.

Multispazio: in questo segmento sarà la nuova versione Panorama della Doblò ad aprire le danze già nel corso di quest'anno, con in agenda un appuntamento fissato nel 2014 per il prossimo restyling. La Qubo, invece, rimarrà in produzione per tutto il quinquennio e beneficerà di qualche ritocco nel 2012.

LANCIA
Ypsilon:
il cambio della guardia è previsto per il 2011, quando l'attuale Ypsilon uscirà di scena e la Fiat presenterà la Ypsilon nuova, la quale verrà prodotta solo nella versione a 5 porte. Secondo indiscrezioni, sarà costruita sul pianale della Panda, allungato però di circa 10 centimetri. Tra i motori, il 1.4 Multiair e il 1.6 turbodiesel common rail. Nel 2014 scatterà l'ora del primo facelift.

VEDI ANCHE

Phedra, Musa e Delta: sono le tre caravelle destinate ad abbandonare il listino Lancia, rispettivamente al termine dell'anno 2010, 2012 e 2013.

Chrysler Voyager: sarà la grossa monovolume di Chrysler a prendere il posto della Phedra nella gamma, inizialmente con un adattamento-Lancia del modello esistente: cambierà il muso, le luci posteriori e qualche particolare dell'arredamento. Per vedere la Voyager nuova dovremo aspettare il 2014.

SUV: nei programmi si segnala l'arrivo di una non meglio precisata crossover compatta datata 2013.

Berline: per colmare il vuoto lasciato dalla Delta arriverà una nuova compatta di segmento C declinata nelle varianti a due e a tre volumi e station wagon, tutte e tre snocciolate nel corso del 2012. Una berlina di dimensioni superiori, invece, farà il capolino nell'anno successivo, commercializzata inizialmente negli Stati Uniti.

300 C: nella prossima versione – il cui lancio è previsto per il 2011 – la berlina americana king-size avrà anche la calandra Lancia. Secondo i rumors che circolano, la prossima 300 C adotterà un telaio nuovo e sfoggerà un design aggraziato da linee più filanti.

ALFA ROMEO
Alfa 147, GT, 159, Brera e Spider:
per tutte e quattro è previsto uno stop alla produzione. Le prime due abbandoneranno il listino già alla fine del 2010, per le altre si calcolano tempi leggermente più lunghi. Brera e Spider usciranno di scena a metà 2011, mentre la 159 resterà fino all'arrivo della Giulia (fine 2012-inizio 2013).

MiTo: quattro anni dopo il lancio, ovvero nel 2012, la piccola del Biscione rinnoverà il proprio look con un primo facelift. L'anno dopo uscirà invece la MiTo versione a 5 porte che verrà venduta anche in Usa.

Giulia berlina e sw: entrambe le varianti – quella berlina e quella wagon – sono programmate per l'anno 2012 e verranno commercializzate anche negli Stati Uniti.

Nuova Spider: prenderà il posto dell'omologa uscente, ma arriverà solo un annetto e mezzo dopo la sua dipartita dal listino. Ovvero, non prima del 2013.

Alfa SUV: il piano industriale varato dal Lingotto ne prevede addirittura due: uno di dimensioni da segmento C, l'altro un po' più grande. Il primo è atteso per il 2012, e potrebbe nascere sulla base della Giulietta, il secondo invece si farà attendere fino al 2014. Facile pensare che si tratterà di un prodotto dal taglio spiccatamente sportivo, presumibilmente con la possibilità di sceglierlo a due o a quattro ruote motrici. Ovviamente, per entrambe, la vendita si estenderà anche oltreoceano.

ABARTH
Dove c'è lo Scorpione, le novità dipendono direttamente dalle decisione prese da Fiat per quei modelli che propongono la variante sportiva. Poche le sorprese, dunque; quando Fiat lancerà i restyling di 500 e 500 C (2012), arriverà immediatamente anche la versione in salsa bianco-rossa di Abarth. E lo stesso varrà per la Punto Evo nel 2013, anno in cui è prevista la sostituzione del modello presentato lo scorso settembre.

JEEP
Wrangler:
rimarrà in produzione per tutto il quinquennio e, nel 2011, riceverà un "upgrade”. Nello stesso anno scatterà l'ora del restyling anche per la Patriot e per la Compass, destinate però a uscire di produzione da lì a un anno (fine 2012).

SUV: arriverà un modello nuovo di pacca, da collocarsi approssimativamente nel segmento C.

Cherokee e Grand Cherokee: la Cherokee, attualmente fuori produzione, ritornerà nel 2013 in un'edizione completamente rinnovata. La nuova generazione della "Grande”, invece, è stata presentata l'anno scorso al salone di New York e sbarcherà in Europa nel corso del 2010, su un pianale imparentato con quello del Mercedes ML e motori anche turbodiesel.


Pubblicato da Luca Cereda, 22/04/2010
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox