Autore:
Luca Cereda

PIU' FORTI DI TUTTO Alla fine, nonostante tutto, in Europa nel 2018 si è venduta qualche auto in più dell'anno prima - 346 per la precisione (fonte Jato Dynamics). Nonostante la crisi del diesel, cavallo di battaglia di molti modelli europei che hanno visto crollare le immatricolazioni. Nonostante il nuovo ciclo di omologazione WLTP, causa di stop alla produzione (per alcune versioni), di listini dimagriti e di ritardi nelle consegne ai clienti. Nonostante gli effetti della Brexit, sanguinosi per i Costruttori che hanno forti interessi nel Regno Unito. Insomma, c'è poco da rallegrarsi eppure 15,6 milioni di immatricolazioni non si contavano da prima del 2007: e va già bene così.

TOP VENTI... NUOVI Ma quali sono le auto più vendute del 2018? Le stesse del 2017, potrebbe dire qualcuno che conosce i gusti europei: abbastanza, come dire... tradizionalisti. Sì e no, in realtà. Perché se è vero che il podio resta immutato, così come le posizioni di rincalzo, sgranando la classifica nelle sue prime 20 posizioni si riscontra qualche nuovo trend. Ancor più se si va ad analizzare i numeri, dai quali emerge che l'auto più venduta è allo stesso tempo un modello in calo.

LE SOLITE NOTE Parliamo della Volkswagen Golf; indiscussa regina (stacca di quasi 110 mila pezzi la seconda più amata dagli europei, che è sempre la Renault Clio), sta però perdendo consensi (-8% di vendite) per la crescente impopolarità del diesel (-30% di quota di mercato nel 2018). Un problema che non affligge, almeno a livello europeo, la sorellina Polo, salda al terzo posto avendo incrementato le immatricolazioni del 10% nel giro di un anno. Un boost dettato anche dal recente rinnovamento, ricco di contenuti tecnologici.

Subito fuori dal podio, come nel 2017, c'è la Ford Fiesta (+6%), seguita a ruota dalla Nissan Qashqai (-6%), che rimane il SUV più venduto nel Vecchio Continente. Il secondo è la Volkswagen Tiguan, settima in graduatoria subito appena dietro alla Peugeot 208. E fin qui avremmo potuto copiare e incollare la lista dell'anno scorso. Bisogna aspettare l'ottava posizione per registrare un cambiamento – c'è la Skoda Octavia, non più la Opel Corsa, ora decima – e guardare alla nona per leggere un segno dei tempi: la Toyota Yaris, passata in 12 mesi dal 14esimo al nono posto, è la riprova della crescita delle ibride. A patto che abbiano un prezzo abbordabile, meglio se incentivato, e portino vantaggi tangibili a chi le utilizza.

Le migliori italiane sono la Fiat 500 (16esima, in incremento dell'1%) e la Panda (20esima): quest'ultima ha perso tre posizioni e una fetta di mercato del 10%. Tra le new entry spicca invece la Dacia Duster, 17esima, seconda dei SUV compatti dietro la Reanult Captur (12esima) e davanti alla Peugeot 2008 (18esima). Un'altra Dacia, la Sandero, ha guadagnato quattro piazze: ora è undicesima. Come l'anno scorso, tra le venti bestseller c'è anche la Skoda Fabia, 19esima.


TAGS: mercato auto mercato auto Europa classifica auto più vendute d'europa