VACANZE CON ANIMALI Fine giugno, tempo di pensare alle vacanze. Chiunque abbia un animale in famiglia conosce le difficoltà legate al loro trasporto per raggiungere le mete di villeggiatura, ma sa anche che l’ipotesi di non portarlo con sé non è contemplata. La domanda quindi è: come fare? Se riguardo al trasporto di animali in auto vi abbiamo già fornito tutti i consigli e gli obblighi nelle nostre guide, passiamo agli altri mezzi di trasporto. Quali sono le regole per viaggiare con il proprio cane, gatto (o qualunque altro pet) su treni, navi e aerei?

LOW COST OFF LIMITS Le principali compagnie aeree low cost (Easyjet e Ryanair) non permettono di viaggiare con i propri animali domestici, a eccezione dei cani guida o dei cani di assistenza. Nel caso di Easyjet questo divieto è esplicitato nella pagina Termini e condizioni consultabile sul loro sito internet, alla voce Trasporto di Animali Vivi”, Articolo 21. Al medesimo divieto il regolamento di Ryanair aggiunge una postilla geografica a cui è bene fare attenzione:  sui voli da/per il Marocco e da/per Israele non sono accettati neanche i cani guida.

AEREO SI Diverse le politiche di Alitalia e Lufthansa, che invece vengono incontro a chi ha un amico a 4 zampe. Attenzione, però: prima di prenotare il proprio viaggio sarebbe opportuno contattare la compagnia aerea, dato che ogni paese - di partenza, transito e arrivo - ha requisiti diversi per il trasporto di animali domestici.

LA COMPAGNIA DI BANDIERA Tra le linee guida generali di Alitalia troviamo che cani, gatti e furetti possono viaggiare con la compagnia di bandiera a patto che abbiano un’età superiore a 3 mesi. Animali fino a 10 kg, gabbia compresa, possono viaggiare in cabina. Animali fino a 75 kg, gabbia compresa, devono invece viaggiare in stiva. Per salire a bordo di voli di Internazionali gli animali devono essere muniti di tatuaggio leggibile o microchip nonché di passaporto, che riporti lo stato di salute dell'animale e le vaccinazioni (obbligatorio vaccino antirabbico in corso di validità). Per viaggiare nel territorio Nazionale bastano invece Tessera Sanitaria e microchip. 

QUANTO COSTA Ovviamente portare il proprio animale a bordo di un aereo comporta un sovraprezzo sul biglietto, che dipende dal peso dell’animale, dal tipo di trasporto – se in cabina oppure in stiva - e dagli aeroporti di partenza e destinazione. La tabella qui sotto offre una panoramica completa dei prezzi in vigore per Alitalia.

QUI VIAGGIANO A COPPIE Sui voli della compagnia tedesca Lufthansa ogni passeggero può trasportare un massimo di 2 animali, in cabina e/o in stiva all’interno di un trasportino autorizzato. Sono trasportabili in cabina come bagaglio a mano extra esclusivamente cani di piccola taglia e gatti il cui peso, comprensivo del trasportino, non superi gli 8 kg. Cani e gatti devono avere almeno 12 settimane (16 settimane per i viaggi da/per gli USA) mentre per lepri e conigli l’età minima è di 5 settimane.

FALCHI SI, CANI NI Più restrittiva la compagnia Emirates: non sono ammessi animali nella cabina dei suoi aeromobili, a eccezione dei falchi (tra Dubai e alcune destinazioni in Pakistan) e dei cani-guida per non vedenti.  È possibile su alcune tratte e su alcuni aerei far viaggiare i propri animali come merce o nella stiva come bagaglio registrato, purché la durata totale del viaggio non superi le 17 ore, scali compresi. Le tariffe partono da 500 USD.

PESI MASSIMI A BORDO Permissiva, invece, la Singapore Airlinesche in linea generale consente il trasporto in volo di animali domestici ben più grandi delle altre compagnie. Fino a 32 kg di peso, compreso il trasportino, l'animale può viaggiare in cabina: oltre questo peso andrà in stiva. In ogni caso l'animale deve avere almeno tre mesi di età. L'americana Delta Airlines, che negli anni scorsi era finita sui quotidiani per aver aperto i suoi voli ai pet, non offre oggi particolari vantaggi rispetto alle principali linee aeree. 

TRENO Secondo il regolamento di Trenitalia tutti gli animali domestici di piccola taglia, custoditi in un trasportino che non superi le misure di 70x30x50 cm, possono viaggiare gratuitamente in prima e seconda classe. È concesso un solo trasportino a passeggero. Anche i cani di grossa taglia, che non entrano nel trasportino, possono viaggiare con la loro famiglia, a patto che vengano tenuti al guinzaglio e siano muniti di museruola per tutta la durata del viaggio. Per loro è previsto l’acquisto di un biglietto alla metà del prezzo previsto per un biglietto di seconda classe/standard per la tratta desiderata.

DOCUMENTI OBBLIGATORI Tra i documenti obbligatori ci sono il certificato di iscrizione all’anagrafe canina  e il libretto sanitario, da esibire al personale di bordo. Obbligo che non si estende ai cani guida che viaggiano gratuitamente su tutti i treni, senza alcun obbligo. Una notizia che farà felici i turisti italiani: per i viaggi nel mese di agosto il biglietto per il cane è fisso al prezzo promozionale di 5 euro.

TRAGHETTO Tra i mezzi di trasporto preferiti dalle famiglie con animali c’è il traghetto. Veloce, economico e sicuro è un mezzo perfetto per spostarsi con il proprio amico a 4 zampe, dato che tutte le principali compagnie ne consentono il trasporto senza alcun problema. Molte hanno addirittura destinato a loro alcune cabine, attrezzandole per accogliere anche gli amici pelosi e offrire così comodità anche nelle tratte notturne. Obbligatori sono la museruola e il guinzaglio, oltre alla certificazione che l’animale sia in stato di buona salute.

LE VACCINAZIONI I trattamenti utili e indispensabili a cui sottoporre gli animali domestici sono la vaccinazione di base (cimurro, epatite, leptospirosi, parvovirosi), vaccinazione antirabbica (per alcune destinazioni), sverminazione contro le parassitosi intestinali e antiparassitari contro pulci e zecche.


TAGS: cani in viaggio vacanze cani cani traghetto cani aereo