Lifestyle:

Le Doppia frizione


Avatar di Mario Cornicchia , il 24/11/08

12 anni fa - Quando farsi dare una mano può essere piacevole

Traffico sempre più intenso dappertutto e sempre più cambiate per adeguarsi al flusso. Farsi aiutare da un bel cambio automatico? Magari uno dei nuovi cambi a doppia frizione, efficienti e divertenti.

                                                                            In collaborazione con Vanity Fair

DOPPIO MISTO
Chi fa da sé fa per tre ma, a volte, anche farsi dare una mano può essere piacevole. E proprio di mano si tratta, quella che smanetta sulla leva del cambio e che può invece rimanere ben stretta al volante se il cambio è automatico ed è così bravo da farci dimenticare di una operazione di cui ormai soltanto lo sportivone, spesso a parole e non nei fatti, va orgoglioso e non riesce a fare a meno. I cervelli fatti di chip sono in genere più veloci e intelligenti di quelli fatti di neuroni e sinapsi, specializzati nel capire com'è la strada, come vogliamo guidare, di che umore siamo. Nel 99% dei casi sono infallibili nella scelta della marcia e ormai alla mente elettronica si collega anche un braccio che cambia le marce alla velocità del pensiero. Dopo i cambi automatici e i cambi manuali robotizzati è ora il momento dei cambi a doppia frizione, intelligenti e dolci come gli automatici, anche più efficienti e veloci di cambi manuali governati da piloti mediocri. Non per nulla vivono sulle auto medie come sulle supersportive...


Bnw M3 DKG


DOLCE E KABBANA
Si sveglia con un magnifico rombo catarroso da orco fumatore incallito, si stira, si scalda e la supersportiva di culto si presta a sfilare automatica nel traffico con cambiate a volte un po' rudi, o a farsi titillare le sue sette marce con le palettine sul volante per cambiate veloci come uno sparo. Guscio elegante e discreto in rapporto alle prestazioni, con un fascinoso tetto in carbonio nella versione coupé o un tetto in tre pezzi in lamiera per la versione coupé/cabriolet. Dura sulla strada ma non troppo, rombosa ma non troppo anche per lunghi viaggi, anfetaminica in ogni occasione.

Motore benzina V8 4.0, 420cv
Prestazioni: 250km/h, 0-100km/h in 4,8 e 5,3 sec.
Numero marce: 7
Dimensioni: 461x180cm
Prezzo: 69370 euro coupé, 76.920 euro cabriolet


Porsche Carrera PDK


Perché Devi Kambiare?
Della ciccetta sui fianchi si deve preoccupare quando le manca e, dopo gli ultimi ritocchi lipoinserenti, è tornata ad avere uno dei lati B più sexy, con le creste iliache dei suoi fianchi larghi inquadrate negli specchi retrovisori. Il rombo del motore che filtra all'interno è meno sexy (arrapabile con il kit Porsche per lo scarico) e non copre il consistente rumore di fondo, l'assetto è duro ma tenace, i sedili sono decisamente sportivi ma la 911 pensa alla comodità sportiva con il nuovo cambio DoppelKluppung, ultrarapido negli approcci, geniale nella scelta delle posizioni, ma dolce nell'intimità. A due e a quattro zampe, coupé o cabrio, Regular o S riduce anche i consumi.

Motore benzina 6 cilindri boxer 3.6 e 3.8 (S), 345/385 cv
Prestazioni: da 284 a 302 km/h, 0-100 km/h in 4,7-5,0 secondi,
Numero marce: 7
Dimensioni: 443x180cm
Prezzo: da 86.000 a 103.650 euro


VW Passat CC DSG


CORPO CAPSULARE
Anche le berline smettono la obsoleta cravatta e la triste grisaglia e passano a uno stile astronauticasual. La paffutella Passat si affida al personal trainer così la silhouette si assottiglia, diventa puntuta e con i muscoli guizzanti e i sedili sono smilzi come la panca da bilanciere, ma comodi. Operazione riuscita e per cambiare fino in fondo ha anche l'opzione DSG, pioniere dei cambi a doppia frizione che non sbaglia un colpo. Se i vetri a feritoia vi imbarazzano nei posteggi, c'è anche l'opzione del valet elettronico, e la Passat posteggia da sola.

Motore benzina 3.6 V6 FSI, diesel 2.0 TDI, da 140 a 300 cv
Prestazioni: da 210 a 250 km/h, 0-100km/h da 9.8 a 5,6 secondi
Numero marce: 6
Dimensioni: 479x185cm
Prezzo: da 32.600 a 43.000 euro


Volvo V50 2.0D Powershift


MINIMAL ANIMAL
Il suo stile minimalista scandinavo non è stato tanto apprezzato e la seconda serie mette su un po' di grinta, che oggi chi non si atteggia a Rambo passa per sfigato. Lo stile minimalista, massimo dell'eleganza all'interno con la plancia sottile come un libro, nasconde invece doti da perfetto animale da strada, con grande comfort, silenzio da ammiraglia, tanto spazio e serenità alla guida. La coppia duemila diesel e cambio Powershift lascia disoccupati gli avvocati divorzisti, potente e brillante l'uno, telepatico l'altro, pronti ad accelerare in ogni momento e a muoversi con agilità da puma in ogni situazione.

Motore diesel 2.0, 136cv
Prestazioni: 205 km/h, 0-100 km/h in 9,7 secondi
Numero marce: 6
Dimensioni: 452x177 cm
Prezzo: da 29.125 a 34.925 euro


Skoda Superb DSG


DOPPIOGIOKISTA
Lunghezza da ammiraglia e prezzo da media berlina ma senza rinunciare alla qualità e al comfort. Bara e il doppiogioco lo fa fino in fondo con la coda che si apre in due stadi, una prima parte si apre come il bagagliaio di una normale berlina, la seconda come il portellone di una cinque porte per fare spazio a un mare di bagagli. Comoda di natura si rende più servizievole con il cambio DSG a sei o a sette marce di famiglia (Volkswagen), campione di velocità e dolcezza.

Motore benzina 1.8, diesel 2.0, da 140 a 170cv
Prestazioni: da 207 a 220 km/h, da 8,6 a 10,2 secondi per 0-100km/h
Numero marce: 6/7
Dimensioni: 483x181cm
Prezzo: da 28.190 a 33.990


Fasotutomi

La mano santa della cambiata si presenta in quattro forme differenti. Alla base ci sono intelligenze artificiali ormai perfette ma differenti modalità meccaniche.

Cambio CVT. È a variazione continua come quello degli scooter e come i plasticoni a due ruote ha marce infinite e la tendenza a tenere il motore un po' su di giri. È adatto in genere ad auto con poca potenza.

Cambio Automatico. È la soluzione più classica, con un convertitore di coppia al posto della frizione che rende le cambiate quasi impercettibili ma assorbe potenza, e aumenta il peso. Ormai anche a sette marce, è la soluzione preferita da auto grandi e potenti, ma è la peggiore per i consumi.

Cambio Manuale Robotizzato. È il preferito dalle utilitarie. In pratica sul cambio di serie vengono montati attuatori che azionano la frizione e il cambio al posto di piedi e mani. È la soluzione più economica, leggera ed è anche piuttosto efficiente ma le cambiate sono a volte deficienti.

Cambio a Doppia Frizione. È l'evoluzione della specie robotizzata, con due frizioni e una particolare costruzione del cambio per cui le cambiate sono a prova di vertebre cervicali delicate e nella maggior parte dei casi sono più bravi e più efficienti di guidatori mediocri.


Pubblicato da Mario Cornicchia, 24/11/2008
Gallery
Logo MotorBox