Prova su strada

La cronaca della 24 Ore di Le Mans 2002


Avatar Redazionale , il 16/06/02

19 anni fa -

E tre. Tre Audi ai primi posti nel 2002 e tre vittorie consecutive nelle ultime tre 24 Ore disputate. Un en plein che vuol dire superiorità tecnica assoluta, perfetta organizzazione, grande affidabilità e ora anche... leggenda. Assieme a Bentley, Alfa Romeo, Ferrari, Matra e Porsche, gli unici marchi a compiere una simile impresa prima di lei.

Tripletta nel 2000

, doppietta l'anno dopo e ancora tripletta oggi: in pratica è come correre senza rivali. Vittoria di Pirro quindi, assieme a Biela e Kristensen, ovvero la squadra ufficiale numero uno; al secondo posto, in perfetto ordine tedesco, la squadra numero due (Capello-Pescatori-Herbert) e al terzo, ovviamente, la squadra numero tre (Krumm-Peter-Werner). Per Pirro, Biela e Kristensen è la terza volta consecutiva e in 70 anni di storia della 24 Ore non era mai successo. Leggenda anche per loro quindi.

Prima tra "gli altri" la squadra Bentley

, altro marchio di Casa Volkswagen, che ha concluso con 13 giri di ritardo sulla prima classificata, ma davanti alle due sorprendenti Dallara Oreca Judd terminate al quinto e sesto posto in classifica generale.

Dietro di loro ancora un'Audi

, quella del team privato giapponese Goh Audi che ha preceduto l'altra sorpresa della giornata, la Dome Judd del team olandese Racing For Holland. Solo nona la Cadillac, seguita dalla francese Pescarolo, penalizzata da un guasto a pochi giri dal termine.

Ma ecco qui di seguito, ora per ora, le fasi cruciali di tutta la gara, un film con i fotogrammi più significativi per capire come è andata durante le 24 ore del giorno più lungo dell'anno.

15.54 sabato 15 giugno


Inizio in salita per l'Audi: durante il giro di riscaldamento la R8 n°3 con alla guida Michael Krumm si ritrova con una gomma a terra alla curva Mulsanne ed è costretta a rientrare ai box. Partirà dalla pit lane in ultima posizione. Stesso destino per la Viper n° 52 dell'Equipe de France, ferma ai box per problemi tecnici. Le forature saranno una costante per tutta la gara, rallentando a turno tutti i protagonisti.

16:01 sabato


La 70ma 24 Ore di le Mans prende il via. Cinquanta le vetture in gara. Johnny Herbert su Audi n° 2 va in testa davanti a Frank Biela (Audi n° 1), Jan Lammers (Dome n° 16) e Stephane Sarrazin su Dallara-Oreca n° 14.

16:16 sabato


Foratura per Magnussen (Panoz n°11). Dritto senza danni per Peter Baron, su Porsche n° 75.

16:44 Sabato

Dopo appena 44 minuti Michael Krumm su Audi n°3 è già salito al sesto posto, alle spalle delle MG ufficiali e di Hiroki Katoh su Audi n° 5.

16:49 Sabato


Cambia la leadership della corsa: Johnny Herbert (Audi n° 2) rientra ai box e lascia la prima posizione a Frank Biela (Audi n° 1). Stop anche per Lammers (Dome n° 16) e per la Dallara-Oreca n° 14.

17:08 Sabato


Johnny Herbert (Audi n° 2) torna al comando davanti alle Audi n° 1 e 5.

17:12 Sabato


Rottura delle spospensioni in piena velocità e grosso spavento per la conseguente uscita di pista di Werner Lupberger (Ascari n° 27). Pilota incolume, auto distrutta.

17:52 Sabato


A meno di due ore dal via quattro Audi su cinque sono nelle prime quattro posizioni. Merito dello spettacolare recupero dell'Audi n° 3 partita dall'ultima posizione e ora terza. Al comando c'è Johnny Herbert (Audi n° 2) davanti a Tom Kristensen (Audi n° 1), alla n° 3 e a Yannick Delmas (Audi n° 5).

18:08 Sabato

Fuoripista alla curva Indianapolis per Werner Luperger su Ascari n° 21, costretto al ritiro.

18:23 Sabato


Ritiro anche per la Ferrari 360 Modena n° 70 del trio Short/Wagner/Hancock causa un dritto alla curva Karting.

18:53 Sabato

Problemi meccanici per la Cadillac n° 7 di Eric Berning; rientrerà in gara con un distacco di 10 giri dai primi.

19:47 Sabato


Gomma bucata per Christian Pescatori (Audi n° 2), in testa passa Emanuele Pirro (Audi n°1).

20:18 Sabato


Giro veloce per Jonny Kane su MG n° 26 (3:38.235).

21:40 Sabato

Tre Audi al comando dopo che la n° 3 di Michael Krumm ha raggiunto le "twin sisters" Audi: la n° 1 e la n° 2.

21:59 Sabato
Problemi di surriscaldamento per l'Audi n° 5 di Dalmas. Ripartirà in undicesima posizione.

00:06 Domenica 16 giugno


Entra in pista la Pace Car a seguito di un principio di incendio della Lola n° 30 di Luc Alphan. Vi rimarrà per 15 minuti circa.

00:21 Domenica

Un dritto alla chicane Dunlop costringe al ritiro la Viper n° 53.

01:08 Domenica

Gomma a terra per Johnny Herbert su Audi n° 2, che tornerà in pista in terza posizione dopo le Audi n° 1 e n° 3.

01:37 Domenica


Ritiro per la Saleen n° 67 del trio Brun/Slater/Mall causa problemi meccanici; ritiro anche per la Porsche n° 78 della PK Sport Ltd causa surriscaldamento del motore.

02:36 Domenica

Due giri di pista separano l'Audi n°1, in testa alla corsa, dall'Audi n° 2, in seconda posizione. Al terzo posto Marco Werner su Audi n° 3.

02:55 Domenica
Ritiro per la Panoz n° 22 della scuderia Leader: rottura dell'albero motore.

03:21 Domenica

Ritiro per la Reynard Lehmann n° 28 del trio Gene/Owen/Smithson, causa rottura del cambio.

04:24 Domenica
Maw Angelleli su Cadillac n° 6 passa in quarta posizione davanti a Eric Van De Poele su Bentley n° 8.

04:59 Domenica
Un principio di incendio costringe al ritiro la Ferrari 550 Maranello n° 58, fino a questo momento in testa alla sua categoria.

06:13 Domenica

Quindicesimo ritiro: abbandona la gara anche la Porsche n° 75 del Team Orbit Racing per problemi al cambio.

06:33 Domenica

Giro veloce per il danese Tom Kristensen (già vincitore di tre 24 Ore) su Audi n°1 (3:34.134).

06:42 Domenica


Dopo 142 giri, fine della gara per l'olandesina volante Spyker C8 n° 85 del trio Kox-Hugenholtz-Simon. Rottura del motore la causa.

07:48 Domenica

Giro veloce per Dindo Capello, su Audi n° 2 (3:33.886).

08:22 Domenica

Causa rottura del motore si ritira anche l'ultima delle MG rimaste in gara: la Lola EX n° 27 pilotata da Kevin McGarrity. E' il 19° ritiro da inizio gara.

09:27 Domenica

Gomma a terra per "Dindo" Capello. Passa al comando l'Audi n° 1 seguita dalla n° 3. Quarto posto per la Bentley, seguita dalle due Dallara Oreca

11:01 Domenica
Gara finita anche per la Morgan Aero 8 n° 73 , la più originale delle vetture GT in gara. Seri problemi di motore la causa del ritiro. Restano in gara ancora 28 concorrenti.

11.21 Domenica


Per la prima volta dall'inizio della gara un'Audi resta vittima di seri problemi meccanici. Si tratta della n° 2 che perderà un giro prima di rientrare. Nella classe Gt continua la battaglia tra Porsche.

14:13 Domenica

Quinta e sesta posizione provvisoria per le due Dallara Oreca in gara. Dopo poco più di 22 ore sono entrambe con lo stesso numero di giri, separate l'una dall'altra da soli 30 secondi.

16:00 Domenica

Il trio Frank Biela, Tom Kristensen ed Emanuele Pirro su Audi R8 n° 1 si aggiudica la settantesima edizione della 24 Ore di Le Mans. Dietro di loro le Audi R8 n°2 di Capello-Pescatori-Herbert e n° 3 di Krumm-Peter-Werner. Tre Audi ai primi tre posti e terza vittoria consecutiva le i colori tedeschi.
Pubblicato da Gilberto Milano, 16/06/2002
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox