News

Goodyear RunOnFlat


Avatar di Mario Cornicchia , il 09/11/05

15 anni fa - Sempre più compatibili e sempre più performanti.

Sempre più compatibili e sempre più performanti. Che siano ben gonfie o che non contengano nemmeno un alito di aria. Le abbiamo provate in pista e torturate senza ritegno.

FIANCHI FORTI Dal primo produttore mondiale di pneumatici è lecito aspettarsi un prodotto eccellente, ma qualche dubbio su gomme in grado di rimanere guidabili anche se sgonfie è altrettanto lecito nutrirlo. Il trucco di GoodYear per evitare che la gomma si spappoli e si stacchi dal cerchio è il più semplice: due bei fianchi robusti in grado di reggere il peso e le forze dinamiche dell'auto anche senza l'aiuto dell'aria.

POCHI RISCHI Un trucco elementare, ottenuto con fianchi rinforzati, che ora è in grado di far fronte anche alla massa e alle esigenze di una pesante Sport Utility. Trucco semplice ma di immensa utilità: pensate soltanto al fastidio di sostituire una ruota che, sulle auto moderne, sono sempre più grandi e pesanti. Pensate poi alla legge di Murphy, per cui se si buca capita sempre quando piove, di notte e in condizioni di sicurezza precaria.

PROVARE PER CREDERE Forare capita sempre meno frequentemente, ma quando capita si può anche rischiare la pelle. Senza contare che, evitando ruota di scorta e kit di riparazione, si guadagna spazio e si risparmia peso. Sulla carta la soluzione Goodyear convince e merita una prova su strada. E una prova in pista a Misano Adriatico, approfittando degli impianti della scuola di Siegfried Stohr GuidarePilotare.

CI VUOLE ORECCHIO Provo le RunOnFlat sulla Mini e sulle BMW Serie 1 e Serie 3, perfettamente in pressione e con la valvola smontata, per simulare la completa assenza d'aria. Con la Mini mi lancio in uno slalom veloce, passando ogni birillo come se scartassi per evitare un ostacolo improvviso. È il rumore che avvisa della gomma sgonfia, altrimenti la tenuta è eccellente e per costringere la Mini ad allargare la curva è necessario insistere parecchio ed esagerare.

CONTROSTERZI Alla fine della prova, la gomma è ben salda sul cerchio. La prova delle RunOnFlat si trasferisce sullo steering pad, il tondo su resina debitamente allagata. BMW Serie 1 con Goodyear sgonfia al posteriore e Serie 3 con l'anteriore senz'aria. Il fondo è ben scivoloso, come una strada innevata, ele RunOnFlat si comportano in maniera egregia anche in pressione, rendendo difficili anche i controsterzi cercati in ogni modo. Rumore a parte, anche sgonfie offrono una tenuta senza problemi, sicure e dal comportamento così vicino a quello di gomme gonfiate alla pressione corretta che il sistema elettronico di controllo della pressione dovrebbe essere obbligatorio per evitare sorprese.


Pubblicato da M.A. Corniche, 09/11/2005
Gallery
Logo MotorBox