News

Bmw CS1


Avatar Redazionale , il 26/02/02

19 anni fa -

Cabrio quattro posti compatta, per il Bmw pensiero. Una sigla a riassumere il progetto, linee tese e angoli smussati a infiocchettare la premiere da salone. Si chiama CS1 ed è la novità mondiale riservata da Monaco per i riflettori di Ginevra.

Spalle larghe con una linea di cintura pronunciata che avvolge i passeggeri, minigonne sottoporta profilate e ruote imponenti con cerchi da diciotto pollici a cinque razze. E un muso a sviluppo verticale, dal taglio dei fari tutto nuovo – gemellati e doppia mascherina, leggi prossima Serie 3 – la nota calandra a doppio rene, un cofano nervato e una presa d’aria inferiore semi ovale, che sorride.

Nuovo pure il disegno dei gruppi ottici posteriori che invadono la fiancata e del paraurti che riprende, alzandola, la linea dei sottoporta. Nuovo, tutto nuovo, mettici anche i tratti forzati che un salone pretende, ma qui delle Bmw di un tempo rimane ben poco. Sarà la solita matita di Chris Bangle – che dà il lasciapassare alle creazioni tedesche da una decina d’anni – sarà il nuovo corso che incombe, ma l’aria che traspira dalle lamiere è di scarsa naturalezza, di linee caricate, di giunture evidenti.

La CS1 è una previsione di quel che ci sarà in futuro dietro al marchietto bianco-blu: dentro e fuori. L’abitacolo è all’insegna dell’originalità delle forme, con onde colorate che vivacizzano le intelaiature in alluminio. Tachimetro e contagiri trovano posto sul piantone sterzo riprendendo un elemento stilistico delle Bmw a due ruote. Nei sedili sono poi integrati dei gel pad trasparenti che ottimizzano il comfort anche nelle lunghe distanze.

La CS1 ha un motore a quattro cilindri di 1.8 litri con 115 cv a 5500 giri al minuto (85 kW), una coppia di 175 Nm a 3.750 giri/min e distribuzione VALVETRONIC, abbinato al cambio meccanico automatizzato SMG con i comandi al volante. Comunicazione, navigazione, informazione e intrattenimento sono racchiusi in un termine: iDrive. Una leggera pressione sul controller (posto nella consolle centrale) fa uscire il monitor dalla sua sede nel cockpit, dopo di che non resta che optare per la funzione richiesta.


Pubblicato da Ronny Mengo, 26/02/2002
Gallery
Logo MotorBox