Pubblicato il 27/01/21

SHE IS BACK Per i più giovani, il marchio Bizzarrini significa forse poco o nulla. L'azienda conobbe la sua ascesa in particolare negli anni Sessanta e Settanta quando, dopo un'esperienza come responsabile dei motori in Ferrari, Giotto Bizzarrini decise di fondare la Bizzarrini Prototipi. Dopo aver realizzato veri e propri pezzi d'arte, come la Bizzarrini P538 - restaurata in questo video -, pare che oggi la Casa possa tornare in vita grazie a tre ex manager Aston Martin: sembra infatti sia in cantiere una nuova vettura, la 5300 GT Revival Corsa.

La Bizzarrini 5300 GT

UN TRIBUTO Stando ai rumors, la nuova Bizzarrini è ispirata al passato, in particolare alla 5300 GT che alla 24 Ore di Le Mans 1965 vinse nella categoria oltre 5,0 litri. Come l'antenata, sarà costruita con un corpo in fibra composita, un leggero telaio tubolare in acciaio e un rollbar da gara. Il motore sarà un V8 da 5300 cc specifico con carburatori Weber 45 DCOE. La potenza massima prevista è tra i 400 e i 480 CV, mentre il peso dovrebbe essere contenuto, come per l'auto originale, al di sotto dei 1.000 kg. L'auto potrà essere omologata secondo i requisiti FIA e sarà costruita a mano in soli 24 esemplari.

IN ARRIVO UN'ALTRA SORPRESA Sembra però che la Bizzarrini 5300 GT Revival Corsa non sarà l'unica novità del redivivo brand: pare infatti che in futuro vedremo una ''macchina moderna unica'' con un ''motore iconico''. Un bel modo di rendere omaggio anche a Giotto Bizzarrini, oggi 94enne, e alle sue creazioni uniche.


TAGS: Bizzarrini Bizzarrini 5300 GT Bizzarrini 5300 GT Revival Corsa