News

Daihatsu D-Compact X-Over


Avatar Redazionale , il 06/09/06

15 anni fa - Una Terios in abiti borghesi.

La Terios indossa abiti borghesi griffati ItalDesign e si prepara a fare della città la sua seconda casa. Anche se è solo un prototipo, sembra già pronta a debuttare in listino.

OMONIMIA Chi è convinto di aver già sentito da qualche parte il nome D-Compact non si sbaglia affatto. Come forse ricorderanno i più dotati di memoria, quello era il nome della concept presentata giusto un annetto fa dalla Daihatsu al Salone di Francoforte e che prefigurava la nuova Terios. Adesso la Casa nipponica torna a utilizzare di nuovo quella dicitura per un altro prototipo. Giusto per chiarire da subito che la parentela tra le due auto è più stretta di quella che si potrebbe ipotizzare a prima vista.

ITALIAN STYLE Come dice il secondo nome, questa compatta non è una semplice utilitaria a cinque porte, bensì una vera e propria crossover (cross è la traduzione in inglese di croce, simboleggiata dalla X), realizzata appunto sulla base della piccola Terios. Per vestirla con abiti da città, alla Daihatsu non si sono affidati a un sarto qualunque. Nella carrozzeria della D-Compact X-Over c'è infatti lo zampino della ItalDesign e di Giorgetto Giugiaro.

SPIGOLI ADDIO La linea dice addio agli spigoli che caratterizzano le Daihatsu della penultima generazione e, come la Terios, sfoggia un'aria fresca e simpatica, non priva di una certa grinta. Questa traspare soprattutto nella zona inferiore del frontale, in cui si aprono tre voraci prese d'aria. La D-Compact X-Over riduce invece ai minimi termini la mascherina, abbracciata da un motivo a U che risale lungo il cofano.

ACQUA E SAPONE Tanto il muso quanto la coda mettono al bando i fronzoli, con forme pulite e poco elaborate. L'unica concessione allo spettacolo è rappresentata dal tetto panoramico in vetro che di estende dal parabrezza ai posti posteriori regalando una luminosità non comune all'abitacolo. In ottica di un futuro (e probabile) ingresso in listino pare però proprio questo l'unico particolare destinato a cambiare. Per il resto la D-Compact X-Over sembra pronta a passare dai riflettori di Parigi alle vetrine delle concessionarie.


Pubblicato da Paolo Sardi, 06/09/2006
Vedi anche
Logo MotorBox