Autore:
Andrea Brambilla

IL RITORNO Vi ricordate la mitica, inimitabile, estrema, bellissima, unica, e velocissima McLaren F1 stradale degli anni 90? Gordon Murray (ex progettista di Forumula per Brabham) il rivoluzionario genio del design dietro questa iconica vettura, ha ufficializzato l’arrivo della T.50: la nuova supercar capace di emozionare. Secondo Murray quest’auto sarà la più pura e leggera supercar focalizzata sul guidatore di sempre.

V12 MANUALE A far muovere la T.50 ci pensa un poderoso V12 aspirato sviluppato da Cosworth da 3,9 litri con 650 CV. Il peso totale fa segnare sulla bilancia 980 kg, praticamente una Smart ma con un motore da macchina da corsa. Sono questi gli ingredienti giusti per arrivate ad una guida divertente ed adrenalinica. Non sarà un’auto farcita di tecnologia ed elettronica anzi, sarà una macchina da guidare studiata per divertire chi siede dietro il volante, proprio come la sua antenata. Il motore è centrale mentre la trazione è posteriore, e ovviamente non poteva mancare la posizione di guida centrale con i due passeggeri seduti di fianco. Il cambio? Un vero old school per gli amanti dei tre pedali: sarà manuale ad H e a sei rapporti, niente doppia frizione e paddle al volante, questa sarà una macchina per uomini veri! 

AERODINAMICA AL TOP Una ventola da 40 cm di diametro, montata al posteriore e alimentata da un impianto a 48 Volt, è capace di regolare in maniera attiva il flusso d’aria sotto la scocca. Questo garantisce alti livelli di aderenza praticamente in qualsiasi condizione di guida; una soluzione già vista sulla Brabham BT46B di Formula 1 degli anni 80. Grazie a questa soluzione l’estetica della della T.50 non sarà contaminata da decine di appendici alari risultando più pulita e filante. 

PAROLE SANTE "Non ho assolutamente alcun interesse a inseguire i record per la massima velocità o accelerazione, ma il nostro obiettivo è quello di offrire l'esperienza di guida più pura e gratificante di qualsiasi supercar mai costruita, ma, è assicurato, sarà anche veloce. Proprio come con la F1, non abbiamo obiettivi specifici per accelerazione, velocità massima o tempi sul giro" spiega Murray. "La F1 era veloce perché leggera e relativamente piccola. Il T.50 offrirà prestazioni e caratteristiche dinamiche semplicemente fuori portata per le altre supercar, non ultimo a causa del suo peso ridotto.

NON SOLO PISTA La volontà di Murray è quella di costruire una sorta di “super GT” in grado di circolare su strada senza rovinare la vita a chi siede dietro il volante. Questa McLaren non sarà solo una vettura da truck-day dunque, ma una macchina con cui sarà possibile andare a fare la spesa. La T.50 ha anche abbastanza spazio interno e comfort per il guidatore e i due passeggeri che sono uno per lato ovviamente; anche i costi di gestione non saranno particolarmente assicura Murray. Grazie alle diverse impostazioni di guida poi, viene assicurata una modalità adeguata ad ogni situazione, con mappe motore diverse per poter scegliere la più adatta.  

POCHE MA BUONE La produzione di questo bellissimo oggetto sarà limitata a soli 100 esemplari con un prezzo superiore ai 2,5 milioni di dollari; sarà prodotta in una nuova struttura appositamente costruita nel Surrey nel Regno Unito e tutti i componenti principali saranno realizzati su misura e localmente con le prime consegne previste per il 2022.

 

 


TAGS: mclaren Mclaren T.50 T.50