Prova su strada

Lancia Y16V - Elefantino Blu


Avatar Redazionale , il 01/08/01

20 anni fa -

La mini ammiraglia con lo scudetto allarga ancora la sua gamma. Agli antipodi: una versione con motore 1.2 a 16 valvole e una orribilmente definita "giovane" dagli uomini del marketing

LA NOVITA' Finalmente anche il motore Fire si guadagna qualche valvola in più, altre 8 per un totale di 16, nella versione 1.200cc. La prima auto del gruppo Fiat che se lo mette sotto il cofano è la piccola Y, che guadagna così in prestazioni e in elasticità di marcia. Motore e piccolo logo 16V sui montanti centrali a parte, la 16V è identica alle sorelle con motore a 8 valvole, originale, con un abitacolo curato e piacevole. Il prezzo non è certo dei più abbordabili: le 8 valvole supplementari costano 175.000 l'una. Infatti i prezzi sono 22.300.000 lire per la LS e 23.600.000 per la LX, a parità di equipaggiamento.

SEDICI VALVOLE Sono 86 i cavalli che eroga il nuovo 16 valvole, 6 in più del Fire 1.400cc con distribuzione a 12 valvole che equipaggia la Y top di gamma. Una valvola in più per cilindro che porta un consistente incremento prestazionale, considerata anche la minor cilindrata. L'operazione è riuscita grazie a una nuova testa con valvole inclinate di 20 gradi comandate da un doppio albero a camme in testa. I due alberi, molto vicini sono legati da una coppia di ingranaggi e soltanto quello lato scarico è comandato dall'albero motore con una cinghia dentata. L'incremento delle prestazioni è stato ottenuto anche grazie all'adozione di un sistema di alimentazione multipoint con un iniettore per cilindro.

L'ELEFANTINO All'altro capo del listino c'è invece la Elefantino Blu, la versione definita con il solito termine orrendo "giovane", dotata del motore 1.100cc da 54 cavalli. Disponibile in colori vivaci (blu elettrico, oro-arancio metallizzato, verdino) con interni giocati sul bicolore in tono con la carrozzeria è venduta a un prezzo interessante di 18.100.000 lire. Particolare la finitura argento della plancia che riprende il colore utilizzato per il fondo degli strumenti.

AL VOLANTE Chi ha avuto una 112 Abarth, sulla Y 16V si ritrova a casa. Il nuovo motore è pronto e rabbioso come quello della mitica mini bomba degli anni 70/80 e anche la sonorità, anche se si tratta di due propulsori completamente differenti, è molto simile. È un piacere tirare le marce per sentire il rombo e perché il nuovo motore tira senza buchi sino al suo limite di 6.000 giri con una bella progressione. Il nuovo 16V si presta anche alla guida dolce e senza stress, riprendendo bene da bassi regimi anche nelle marce alte.

IL RUMORE Se il rombo ricorda la A112 Abarth, i consumi sono su tutt'altri valori: con la Y si percorrono più di 12 chilometri per litro a 130 l'ora e in città si riesce a star sopra i 10 con un litro, consentendo anche una buona autonomia nei viaggi (più di 500 km a 130 km/h). Nei viaggi può disturbare invece un poco il rumore: da una piccola marchiata Lancia e piuttosto costosa sarebbe lecito aspettarsi un comfort acustico più curato, più adatto a un'auto che vuole essere una mini ammiraglia.

LE SOSPENSIONI, tarate sul morbido, assorbono bene le asperità e rendono così i trasferimenti confortevoli. Non vanno però tanto d'accordo con lo sterzo, pronto e diretto: l'assetto morbido reagisce abbastanza bruscamente ai comandi dello sterzo con dondolii fastidiosi che possono anche mettere in imbarazzo il pilota quando effettua per esempio uno scarto veloce. Anche perché, se si rilascia l'acceleratore in una curva affrontata troppo allegramente, invece di sentire la coda chiudere la curva, la sensazione è che l'auto si corichi su un lato.

L'ELEFANTINO Decisamente più piacevole è il comportamento della Elefantino Blu. Malgrado l'assetto sia identico nelle due versioni, la mancanza di servosterzo e lo sterzo meno diretto trasmettono comandi di sterzata meno rapidi e violenti e non mettono in crisi la stabilità. Anche perché tutte le manovre si compiono a velocità più ridotte. Piacevole è comunque anche il comportamento del motore 1.100cc: quasi 30 cavalli in meno rispetto alla 16v si sentono, soprattutto in termini di velocità massima (150 contro 177 km/h) ma il comportamento è sempre brioso, esuberante per una piccola utilitaria che è capace anche di divertire parecchio su una strada mista o piena di curve. Anche nel caso del 1.100cc, il rumore nell'abitacolo si fa sentire.

di M.A.Corniche
12 giugno 1997


Pubblicato da Redazione, 01/08/2001
Logo MotorBox