E VENNE IL GIORNO Come cambiano i tempi. Nessun cristiano con sale in zucca, una volta, per accompagnare a sciare moglie e figli avrebbe mai pensato a una Citroen. Già, una volta. Quando ancora i Suv compatti non esistevano, e un modello "smart" come C3 Aircross era lungi dall'essere concepito. Oggi che less is more è uno stile di vita, anche un crossover col Double Chevron cucito sul petto torna buono persino sulla neve. Provare per credere. A noi, è capitato di provare. E di credere.

BYE BYE MAXI-SUV Agli albori del Terzo Millennio, la parola Suv ti rimandava dritto a macchinoni lunghi quasi cinque metri e larghi due, sguardo minaccioso, energivori propulsori di cubatura oltre 2 litri. E ovviamente, le quattro ruote motrici d'ordinanza. Poi la specie si è evoluta, anzi (virtuosamente) involuta. Un passo indietro in termini di dimensioni, due passi avanti in chiave di efficienza e versatilità. Citroen C3 Aircross adotta esclusivamente la trazione anteriore. Ma ha un asso nella manica...

GRIP CONTROL, A NOI DUE Del nuovo compact Suv del Gruppo PSA, vi abbiamo parlato per settimane intere. Lo abbiamo provato in tutte le salse, tranne una. Giunge così il momento di mettere alla frusta Citroen C3 Aircross anche in un contesto di alta montagna. La primavera è alle porte, ma vuoi mai che in quota, una notte, qualche fiocco di neve ritardatario ricopra l'asfalto... Saprà il Grip Control mascherare l'assenza di una trazione integrale vera e propria? La risposta nei prossimi paragrafi. 

URBAN-SUV A CHI? Siamo a metà marzo, e se in pianura la natura si prepara a uscire di letargo, sulle Dolomiti è ancora pieno inverno. C3 Aircross ha tutte le intenzioni di smentire i malfidenti, e dimostrare al proprio pubblico di famigliole ed hipster metropolitani che in caso di emergenza lei sa esattamente come comportarsi. Quindi: Passo del Tonale, colonnina di mercurio a cavallo dello zero termico. Per non farci mancare nulla, un set di gomme quattro stagioni. Non proprio il massimo, giusto?

CITROEN DELLE NEVI L'equipaggiamento dei pneumatici Mud & Snow (battistrada tassellato, mescola estiva) mi lascia inizialmente un po' perplesso. Avrei preferito un treno di gomme invernali fatte e finite, tuttavia mi sono sufficienti poche decine di metri per recuperare la fiducia, e persino divertirmi. Il Grip Control sa il fatto suo, anche su neve compattata. A rafforzare il senso di sicurezza, inoltre, C3 Aircross adotta un software come l'Hill Assist Descent che un tempo era prerogativa dei fuoristrada duri e puri.

UNDER CONTROL Sono al volante di una C3 Aircross motorizzata 1.2 PureTech 130, quindi spinta dal pluridecorato 3 cilindri turbo benzina nella sua accezione più potente. Sposto il manettino del Grip Control sulla posizione Snow, e via. Accade allora che, nonostante la carreggiata sia nascosta da uno spesso strato di neve (che in alcuni punti si trasforma in ghiaccio puro), l'auto avanza con discreta disinvoltura. Senza esitazioni le partenze da fermi, senza incertezze le svolte a destra e sinistra.

ELETTRO-MAGIE Ma come funziona, esattamente, il Grip Control? Sostanzialmente, il GC consiste in un programma elettronico antislittamento che interviene sui sistemi standard di controllo di trazione e di stabilità (ESP), oltre che con l'ABS in funzione delle specifiche caratteristiche del fondo stradale. In particolare, sulla neve il Grip Control riconosce ogni minina perdita di aderenza di una delle due ruote anteriori, e comunicando con freni e acceleratore, contribuisce a ripristinare motricità e direzionalità. 

AIRCROSS ON TRACK Una mini-pista ai piedi degli impianti di risalita, preparata ad hoc dallo staff Citroen per il test drive di C3 Aircross, mi consente di vederci ancor più chiaro. Provo a mandare in crisi l'asse anteriore, entrando in curva come non si dovrebbe fare, e dando gas prima di quanto il buon senso mi suggerisca. Che dire, l'effetto è sorprendente: non appena l'avantreno parte per la tangente, il Grip Control entra a gamba tesa e ci mette una pezza. Il suo intervento è percepibile: quel "gnu gnu" che penetra in abitacolo è il segnale che il sistema sta lavorando per voi.

MAI PIÙ SENZA Come controprova, disaccoppio il Grip Control e compio un paio di giri di pista senza l'aiutino. La differenza è palpabile, con la C3 Aircross che cade vittima di un sottosterzo ben più accentuato, come se il suo istruttore di guida l'avessa d'improvviso abbandonata. Bene, ora che ci siamo tolti lo sfizio, ruotiamo nuovamente la manopola sul fiocco di neve, e ci godiamo le ultime curve in massima sicurezza. Non bisogna esagerare, ovvio. Ma per essere una 2WD, tanta roba.

UNA VITA IN DISCESA Non ci resta che misurare anche la funzione di assistenza alla marcia in discesa, nome in codice Hill Assist Descent. Fino ai 30 km/h, il programmino stabilizza la traiettoria e la velocità della C3 Aircross anche su forti pendenze, evitando così la sciagura che l'auto acquisti inerzia e scivoli a valle fuori controllo. L'Hill Assist Descent funziona anche in folle: stacchi i piedi dai pedali di freno e acceleratore, e l'auto affronta la discesa con prudenza ed in totale autonomia. Prova superata.

C3 COMMUNITY Non è un Suv nato per scalare pareti scoscese, né per guadare un campo ricoperto di un metro di neve fresca, la Citroen C3 Aircross. Il suo habitat è la città, tuttavia è attrezzato per affrontare situazioni anche poco ortodosse senza mettere in imbarazzo il proprio conducente. Un urban-Suv col jolly in tasca, insomma. E se a pochi mesi dal lancio si è già moltiplicata in 50.000 unità in tutta Europa, 5.000 delle quali solo in Italia, la ragione risiede in buona parte anche nella sua vocazione di "alpinista" provetta.


TAGS: citroen c3 aircross citroen c3 aircross dimensioni Citroen C3 Aircross Grip Control Citroen C3 Aircross Hill Assist Descent Citroen C3 Aircross due ruote motrici Citroen C3 Aircross trazione anteriore Citroen C3 Aircross 4x4 Citroen C3 Aircross al volante Citroen C3 Aircross elettronica Citroen C3 Aircross tecnologia Citroen C3 Aircross prezzi Citroen C3 Aircross neve