Pneumatici invernali

Bridgestone Blizzak LM-80


Avatar Redazionale , il 16/12/11

9 anni fa - Il Bridgestone Blizzak LM-80 è fatto su misura per Suv e crossover

Con le vendite dei pneumatici invernali che vanno a gonfie vele, si moltiplicano le nuove proposte. Tra le ultime novità spicca il  Bridgestone Blizzak LM-80, studiato su misura per Suv e crossover.

BOOM Il mercato italiano dei pneumatici invernali sta vivendo un periodo d’oro. Dopo una fase altalenante di stagnazione durata fino al 2008, le vendite sembrano aver messo la quarta: 2009 e 2010 hanno fatto registrare boom di vendite e il 2011, alla faccia della crisi, sta per chiudersi con un bilancio strapositivo. Giusto per dare due numeri, basti pensare che si è passati dai circa 2.800.000 pneumatici invernali acquistati nel 2008 ai circa 8.000.000 di pezzi di quest’anno.

GIOCO DI SQUADRA A favore della diffusione delle gomme dedicate alla brutta stagione giocano le molte campagne fatte per sensibilizzare i consumatori, oltre agli impagabili vantaggi garantiti da queste coperture rispetto alle catene e alle numerose ordinanze che, a macchia di leopardo, qua e là lungo la Penisola, spingono a convertirsi anche i più pigri e imprevidenti. Un altro aspetto che, tuttavia, ha fatto e fa ancora la differenza è il moltiplicarsi di prodotti più versatili e capaci di soddisfare le esigenze di un pubblico sempre più vasto.

SU MISURA Una tra le novità più importanti per questa stagione è il nuovo Bridgestone Blizzak LM-80, una gomma invernale studiata appositamente per equipaggiare Suv, crossover e 4x4 meno specialistiche con la promessa di un elevato rendimento in ogni condizione. Questo pneumatico rimpiazza nel listino della Casa giapponese il modello LM-25, riproponendo in un segmento superiore e quindi con gli opportuni aggiustamenti, buona parte delle idee e delle tecnologie impiegate dall’LM-32, lanciato nel 2010 e destinato soprattutto a medie e compatte.

VEDI ANCHE

I DETTAGLI CONTANO Il Brigestone Blizzak LM-80 si presenta dunque con un battistrada unidirezionale. Il suo disegno è vagamente a freccia, con un cordolo centrale che dà stabilità e silenziosità in rettilineo, affiancato da profonde scanalature trasversali, pensate invece per drenare l’acqua e la neve sciolta, così come per fare presa in neve fresca. A fare da contorno ci sono poi numerosi piccoli intagli multidirezionali, che creano quelle lamelle ondulate che danno più stabilità al battistrada e, nel contempo, grip sulle superfici innevate compatte e sul ghiaccio. Ultimi ma non meno importanti, chiudono il quadro tasselli rigidi e massicci sulla spalla, chiamati invece a dare il necessario rigore in traiettoria quando si svolta, anche su asfalto asciutto.

C’E’ IL TRUCCO SOTTO Quello che l’occhio nudo non vede è che il Brigestone Blizzak LM-80 adotta una struttura a più strati, con nella parte esterna una mescola studiata per dare il meglio alle basse temperature. Sotto il primo materiale si trova poi una seconda mescola, concepita invece per non fare scaldare troppo la gomma e per ridurre la resistenza al rotolamento. Alla stessa causa lavora anche una nuova carcassa, ottimizzata pure per contenere il più possibile il peso. Il Brigestone Blizzak LM-80 è disponibile in venti misure, con diametri dai 15 ai 20 pollici, con codici di velocità T, H e V e con spalle che vanno da /70 a /40.

COME VA Messo alla prova nella misura 235/65-17 su una Mercedes ML 350 BlueTec, il Brigestone Blizzak LM-80 mantiene su strada le promesse fatte dai tecnici. Nella marcia rettilinea su asfalto si dimostra una gomma silenziosa, capace di esaltare le doti di comfort della Suv di Stoccarda. Quando le curve iniziano a farsi più incalzanti, il pneumatico non va in crisi, neppure quando, abbagliati magari dal riflesso del sole basso, ci si trova a entrare in traiettoria in modo brusco. L’appoggio sulle gomme esterne è piuttosto solido e non si ha mai la sensazione di “liquidità” del battistrada, nonostante la massa notevole della tedescona tuttofare.

A TESTA ALTA In questa prova montana non è stato possibile verificare il comportamento nei curvoni più veloci e neppure su rampe particolarmente ripide. In ogni caso il Brigestone Blizzak LM-80 è uscito a testa altissima da tratti innevati e ghiacciati, permettendo alla Mercedes ML di  trasmettere sempre un buon senso di appoggio e di sicurezza, tanto in fase d’inserimento in traiettoria quanto in percorrenza. E positivo è infine anche il giudizio sulla motricità, con il battistrada che ingrana bene su tutti i tipi di neve, anche quando c’è da gestire una coppia robusta.


Pubblicato da Paolo Sardi, 16/12/2011
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox