Autore:
Paolo Sardi

Il circus della Formula Uno arriva al Gran Premio del Belgio per affrontare quelle che forse è la pista più impegnativa del Mondiale per piloti, auto e pneumatici. Spa Francorchamps è infatti un tracciato molto veloce, con medie elevate e punte nellì'ordine dei 320 km/h. Il tratto più celebre e delicato è quello dell'Eau Rouge, in cui, a causa della compressione e della successiva svolta, si registrano un'accelerazione verticale in 1 G e una laterale da ben 5 G. Lo stress per le gomme è elevatissimo e il loro lavoro è fondamentale, in presenza di temperature basse, asfalto stradale e frequenti ondulazioni da affrontare con poco carico aerodinamico, che causa rischio di bloccaggi nelle numerose staccate.