Autore:
Federico Maffioli

70 GIORNI DOPO Dopo oltre due mesi di stop il Mondiale Superbike torna in pista per il decimo round di quest’Anno, destinazione est della Germania sul tracciato del Lausitzring, un circuito su cui il Campionato delle derivate dalla serie non corre dal 2007, Anno in cui Noriuki Haga portò al successo la Yamaha in gara 1 e Troy Bayliss trionfo con la Ducati in gara due. Con i suoi 4.225 metri di lunghezza questo tracciato conta tredici curve di cui sette a sinistra e sei a destra . L’EuroSpeedway Lausitz è molto vario come configurazione ed è il risultato di un mix tra un ovale e una pista interna, conta quattro rettilinei in cui è fondamentale avere tanta accelerazione, curve veloci in cui serve stabilità e una sequenza di rapidi cambi di direzione in cui bisogna avere tanta maneggevolezza. Tutti aspetti che rendono complicata la ricerca del giusto setting da adottare in gara, regolazione che è ancora più indispensabile per la presenza di numerose buche sul suo asfalto.

INCOGNITA La maggior parte dei piloti in griglia non ha mai corso su questo circuito, ma quasi tutti i team hanno effettuato due giorni di test a fine Luglio lavorando proprio sul setting della moto. Per quasi tutti i team, quindi, la Germania sarà una incognita a livello di pista, ad eccezione di Joshua Brookes, pilota del Team Milwaukee Bmw, che ha già corso sul Laustizring nel mondiale Supersport, Xavi Fores del Team Barni e del pilota di casa Markus Reiterberger, Team Althea SBK e due volte campione Superbike tedesca, che conosce bene questo tracciato anche se ha dovuto saltare i test di Luglio a causa dell’infortunio causato da una caduta nell’appuntamento di Misano. Poche certezze anche per quanto riguarda il meteo, perché le condizioni climatiche cambiano molto velocemente in questa parte di Europa e questo aspetto potrebbe cambiare i valori in gioco.

200 PUNTI Alla fine del Campionato mancano ancora quattro ruond, per un totale di otto gare e duecento punti ancora da assegnare. Numeri che rendono il 2016 una “pratica” non ancora chiusa per l’attuale leader in Classifica generale Jonathan Rea, primo a 368 punti. Il Campione in carica in sella alla Kawasaki numero 1 quest’Anno sta dominando il Campionato, ma il ritiro in gara due nell’ultimo round a Laguna Seca a causa di un problema meccanico ha riaccorciato la distanza con il compagno di squadra Tom Sykes, attualmente secondo a 46 lunghezze e obbligato a far meglio di Rea in tutte le rimanenti otto gare per colmare il gap con il compagno di squadra così competitivo e costante.  

COMPITI ESTIVI Nel Team Yamaha torna Sylvain Guintoli dopo quattro mesi di stop causati dall’infortunio nel round di Imola. Il suo compagno di squadra Alex Lowes, invece, torna in Superbike dopo il successo alla Otto ore di Suzuka e dopo le due recenti wild card in MotoGP a Silverstone e Misano come sostituto di Bradley Smith per il team Yamaha Tech 3. “Compiti estivi” che potrebbero aver fatto crescere l’inglese ufficiale Yamaha, confermato anche per l’Anno prossimo al fianco dell’attuale pilota Honda Michael van der Mark.

DUE GIORNI DI TEST Sia Honda sia Ducati sono fiduciose dopo gli ultimi test fatti qui e a Misano. Nicky Hayden proverà in Germania se tutto il recente lavoro fatto sull’elettronica della moto darà buoni frutti, mentre il suo compagno di squadra ha dichiarato di essere soddisfatto del setting trovato nei test per l’appuntamento tedesco. In casa Ducati Chaz Davies, attuale terzo in Campionato a 108 punti dal leader Jonathan Rea, ha dichiarato che la moto ha fatto un grosso passo in avanti e di essere pronto a dare il massimo per consolidare la sua posizione in classifica generale. Pista poco amica, invece, per Davide Giulgiano, che spera comunque di continuare un trend positivo che lo ha visto sempre sul podio negli ultimi quattro appuntamenti.

ULTIME NEWS Campionato finito per Fabio Menghi, costretto al ritiro a causa di un ulteriore intervento chirurgico al tendine. Nei prossimi quattro appuntamenti Luca Scassa correrà al suo posto sulla Ducati del team VFT Racing. Manuel Puccetti ha finalmente ufficializzato la sua partecipazione al Mondiale SBK 2017. Accantonate le opzione Marco Melandri (ufficiale Ducati 2017) e Davide Giugliano, sarà Randy krummenacher, suo attuale pilota in Supersport e secondo in classifica generale, a fare il passaggio nella massima categoria l’Anno prossimo.

ORARI IN TV Il decimo round del Mondiale Superbike si correrà in Germania sul circuito del Lausitzring e verrà trasmesso in diretta dalle Reti Mediaset ed Eurosport con la seguente programmazione:

SABATO 17 SETTEMBRE   

MEDIASET:

8:40 Superbike prove libere 3 solo su Italia 2

10:15 Superpole 1 e Superpole 2 solo su Italia 2

12:40 Superbike Gara 1 su Italia 2 e Italia 1

EUROSPORT:

10:30 Superpole 1 e Superpole 2 solo Eurosport

13:00 Superbike Gara 1 solo Eurosport

18:00 replica Superbike Gara 1 solo su Eurosport 2 (successive repliche su Eurosport Domenica alle 7:00, 12:00)

 

DOMENICA 18 SETTEMBRE   

MEDIASET:

9:25 diretta warmup Superbike su Italia 2

12:40 diretta Gara 2 Superbike su Italia 2 e Italia 1

EUROSPORT:

13:00 diretta Gara 2 Superbike solo Eurosport (repliche successive alle 17:00 su Eurosport; alle 15.45 e 20:15 su Eurosport 2)


TAGS: superbike 2016 gare superbike 2016 superbike germania 2016 superbike lausitzring 2016 orari tv superbike germania 2016 orari tv superbike lausitzring 2016 sbk tv germania 2016 sbk tv lausitzring 2016 dove guardare la superbike in tv germania 2016