Digg Facebook Twitter Feedburner

In sella a: Aprilia Atlantic 125-200

Data: 27 Ottobre 2002 12:39:37
Autore: Stefano Cordara

Generoso nelle dimensioni (il 200 anche nelle prestazioni), piccolo nei prezzi. Un prodotto ben fatto che si guida molto bene. Quanto a prestazioni il 200 sfida a viso aperto anche i "grossi" 250.


In sella a: Aprilia Atlantic 125-200

COM'È I numeri parlano da soli, la categoria degli scooter comfort da 125 a 250 cc è quella che più d'ogni altra sta sostenendo il mercato dei "ruota bassa" con numeri di vendita molto interessanti. In questo segmento sono presenti praticamente tutti i costruttori Italiani ed esteri. Tutti tranne Aprilia che fino ad oggi non aveva ancora riempito quest'importante buco nella sua pur vasta gamma di scooter. Fino ad oggi, appunto, visto che all'Intermot di Monaco è arrivata puntuale la risposta della Casa di Noale. Il nuovo arrivato si chiama Atlantic, proprio come l'over scooter da 500 cc che ha già riscosso un buon successo di vendite.

GRANDI NUMERI Se il segmento degli over 250 è quello dove ci si gioca il prestigio con tecnologia e prestazioni, quello da 125 a 250 è invece il segmento dei grandi numeri, dove a vincere sono i mezzi più versatili e dove il rapporto qualità prezzo conta molto più di certi futili gadget.

GEMELLI DIVERSI Da questo punto di vista Aprilia ha fatto davvero un buon lavoro. "L'Atlantichino" ha un certo family feeling con il fratellone da 500 cc, cui è riconducibile per certe forme, ma vive di vita propria, con una linea che ci pare anche più equilibrata e meglio riuscita di quella del maxi di cui riprende il nome.

NON COPIA Meno spigoli, più rotondità, una coda slanciata e sapienti mixaggi di verniciature metallizzate e superfici opache lo rendono un mezzo molto gradevole allo sguardo. Positiva, dunque l'impressione visiva, anche perché, se si esclude il doppio faro anteriore convergente (un po' Tmax, un po' Burgman 650) di déjà vu a bordo dell'Atlantic c'è ben poco.

C'È SOSTANZA Positiva anche l'impressione di qualità che si riceve toccando con mano il mezzo. Verniciature lucenti, plastiche che non scrocchiano, assemblaggio curato strumentazione ricca, portapacchi di serie; l'Atlantic dà subito l'impressione di essere un mezzo di sostanza.

TRALICCIO Sotto il vestito c'è una tecnica che per Aprilia possiamo ormai considerare tradizionale. Riprendendo lo schema dell'Atlantic 500 il telaio è un traliccio in tubi d'acciaio, con struttura a doppia culla chiusa sovrapposta. Una conformazione che, dicono i tecnici, è stata studiata per offrire un'elevata rigidezza torsionale e quindi un piacere di guida ai massimi livelli per la categoria. Per ottenere questo risultato, ovviamente, l'Atlantic rinuncia alla comodità della pedana piatta, anche se va detto che l'Aprilia ha intelligentemente studiato una borsa che si fissa proprio sopra il tunnel, offerta optional.

UN CASCO E MEZZO In questo modo si recupera un bel po' di spazio che si va a sommare a quello del vano sottosella piuttosto largo ma non molto profondo, illuminato e dotato di presa di corrente (per l'immancabile cellulare), e in grado di ospitare un casco integrale e un jet di piccole dimensioni (di quelli senza visiera, per intenderci). Proseguendo l'esplorazione dei vani si arriva al retroscudo dove uno stipetto chiuso a chiave (dall'aspetto un po' fragile per la verità) permette di contenere piccoli oggetti.

PAVÈ CONTRO TUTTI La lotta con il pavé è quasi sempre impari per uno scooter, l'Atlantic prova a sfidare i sampietrini con generose ruote da 13 pollici (pneumatici 110/90 ant, 130/70 post), una forcella da 35 mm e un solo ammortizzatore posteriore regolabile in modo micrometrico nel precarico tramite una comoda ghiera. Entrambi hanno una escursione piuttosto consistente (105 mm). Una coppia che, insomma, promette bene.

FRENATA INTEGRALE Così come promette bene l'impianto frenante. I due dischi (240/190 mm) sono gestiti da un sistema di frenata integrale che tramite un ritardatore consente di ottimizzare la ripartizione della frenata tra asse posteriore e asse anteriore quando si utilizza il comando di sinistra. Proprio per questo motivo la pinza anteriore ha tre pistoncini paralleli. I due esterni lavorano con la leva di destra quello centrale con quella sinistra in cooperazione con il freno posteriore.

MAXI FUORI Le dimensioni generali (2100 mm di lunghezza, 900 di larghezza) sono molto vicine a quelle dei maxi 250, il piccolo Atlantic, insomma, piccolo non lo è affatto e il fatto che non ci sia un bel motore duemmezzo sotto le plastiche potrebbe anche far storcere il naso a qualcuno.

200 DI QUELLI BUONI Niente paura, il 200 che lavora sotto le plastiche è il noto Piaggio LEADER quattro tempi da 198 cc reali raffreddato a liquido e con quattro valvole. Alla fine la scelta paga perché questo motore (già apprezzato sul Beverly e in arrivo anche sul binario X9...), pur catalizzato EURO 2 riesce a mettere in fila 21 bei cavallini, promettendo di tenere tranquillamente la scia in ripresa e velocità di scooter con motori più grossi. Che, diciamolo subito, costano anche molto di più.

LISTINO CHE PIACE Proseguendo l'apprezzabile politica iniziata con il 500, l'Aprilia non ha voluto, infatti, calcare troppo la mano sul listino. I 3800 € (indicativi f.c.) chiesti per l'Altantic 200 sono, infatti, non solo inferiori a tutti i duemmezzo, ma anche ai 200 e ad alcuni 150 concorrenti. Tutto questo con una dotazione che non fa rimpiangere nulla, con finiture curate e con una strumentazione completa e molto ben riuscita.

125 PER LA B Anche il motore 125 è il LEADER a quattro valvole (anch'esso catalizzato e ossequioso all'Euro 2), condannato per legge a non superare la soglia dei 15 cv (13,6 per il motore Piaggio) per poter essere guidato anche dai possessori della sola patente B. Non è il massimo con un mezzo di queste dimensioni ma gli interessati potranno consolarsi con l'allettante prezzo di 3500 €.

OPTIONAL DEDICATI Quanto agli accessori disponibili, proprio con Atlantic 125 Aprilia ha fatto debuttare la linea Techno Tourer, che vuole offrire ai possessori di Caponord, Pegaso e Atlantic una serie di optional dedicati alla protezione dal freddo e all'aumento della capacità di carico. Per il piccolo Atlantic sono previsti un telo coprigambe (consigliabile perché completamente privo di lacci € 92.60), la già citata borsa touring da 50 litri, il top case da 45 litri in tinta con lo scooter e il cavo antifurto. Prossimamente è previsto l'arrivo di un parabrezza ancora più ampio e con paramani, di un portapacchi con schienalino e della motoradio.

Autore: Stefano Cordara
Data: 27/10/2002 12:39:37

Prosegui: COME VA
problemi atlantic vedo con rammarico che nn avete avuto problemi ma col passare del tempo verrà anche a voi C ome sapete ha il serbatio della benzina +basso del motore,quindi cè 1 pompa che spinge la benzina in un serbatoio+ in alto,ma questa pompa ha un difetto,Ha 1 filtro metallico per fare entrare l'aria alla membrana molto fitto,che col tempo ,essendo umido vi si appiccica la polvere intasandosi, questo fatto è deleterio perchè inibisce la funzione della pompa e vi ritrovate appiedati ,quindi raccomando a tutti la massima attenzione al medesimo. Per il resto normale routine, qualche vibrazione alla parte anteriore,in prossimità del vano portaoggetti Inviato da: MAURINJIO - 17/01/2014 17:19:45
aprilia 200 atlantic vi posso dire che avete fatto un grande aquisto , io lo preso l'anno scorso pregi: stabile nelle curve, grande accelerazione , puo competere anche con i 250 nei rettilinei , motore affidabile , consumo basso , difetti non rilevanti normale manutenzione , inoltre vi posso dire che non e' vero che bisogna cambiare la cinghia ogni 6000 km , io ne ho fatti 8000 senza avere problemi , adesso credo che sia arrivato il momento x il tagliando grazie e auguri di buon anno 2014. Inviato da: Anonimo - 01/01/2014 18:14:09
aprilia 200 atlantic ho aquistato da poco questo scuter ,dai 2000 km fatti in un anno non ho riscontrato particolari difetti ,ottima tenuta di strada . buona la ripresa , da solo sembra una moto superiore alla cilindrata designata , io lo consiglio . manutenzione normale , aggiungo ho letto le varie opinioni scritte io non le condivido. Inviato da: Anonimo - 08/12/2013 10:43:08
atlantic 200 aprilia sono molto contento di questo scuter , ho letto varie opinioni sono tutte cazzate. Inviato da: Anonimo - 12/09/2013 21:43:36
aprilia 200 atlantik ho comprato da pochi mesi questo scooter sono molto soddisfatto delle prestazioni , difetti non ne ho riscontrati , consumi bassissimi motore affidabile carrozzeria robusta , lo consiglio a tutti ciao . Inviato da: giannino - 24/03/2013 02:26:07
aprilia 200 atlantik sono contento del 200 atlantik lo consiglio a tutti, ho letto i vari pareri delle persone che hanno comprato questo scooter sono tutte cazzate . ottimo veicolo affidabile e fa ' molti chilometri con pochi consumi . io lo consiglio a tutti. Inviato da: Anonimo - 24/03/2013 01:58:04
temperatura ciao a tutti la lancetta della temperatura del mio atlantik arriva al rosso ma se apro il serbatoio dell'acqua in quel momento non è affatto bollente... Non capisco, qualcuno puó dirmi qualcosa? Inviato da: geko 83 - 30/12/2011 20:34:57
Atlantic 200 - vibrazioni Ciao a tutti, anche io ho riscontrato le vibrazioni lamentate da altri possessori di questo ottimo scooter. Anche io (guarda caso) intorno agli 80km/ora ed intorno ai 14000 km percorsi (una vibrazione simile ad un pneumatico ovalizzato che sparisce appena si rilascia l'acceleratore) Vi sarei grato se qualcuno che ha risolto il problema mi potesse dare una dritta inviandomi una email a : davide182ATinterfree.it Quanto ai consumi, anche io viaggio mediamente sui 28/29 km litro con percorrenza quasi tutta in tangenziale a velocità costante di 90-100 km/ora. Per gli specchietti "instabili" ho risolto definitivamente con un giro di nastro isolante sulle sfere che li sorreggono. Inviato da: davide182 - 27/08/2011 19:55:52
consiglio salve mi vogliono regalare un atlk 200 mi hanno detto ke ha il problema ke sale la temperatura.puo' essere il bulbo? Inviato da: Anonimo - 21/08/2011 22:01:37
saperne di più ho appena comprato un atlantic 200 usato 20000km potreste dirmi gentilmente come vanno in salita? xk lo userei molto in montagna... ho comprato questo perchè lo vendeva un amico a pochi soldi!! Inviato da: michele - 20/07/2011 12:57:31
Totale pagine 8 | Pagina: 1

Home | Prove su strada

Metzeler ME 888 e ME 880 MarathonMetzeler ME 888 e ME 880 Marathon
Su strada con le gomme custom touring dell'Elefante
KTM 1290 Super Duke RKTM 1290 Super Duke R
Tra i cordoli con la Bestia arancione
Honda VFR800FHonda VFR800F
Motorazza d'antan. Guarda il video
MV Agusta F3 800 vs Ducati 899 PanigaleMV Agusta F3 800 vs Ducati 899 ...
Faccia a faccia a San Martino del Lago
Michelin Pilot Road 4Michelin Pilot Road 4
Sereni, anche quando piove

Home | Magazine

MV Agusta F3 800 AgoMV Agusta F3 800 Ago
Una versione speciale, anche nel prezzo: quasi 24 mila euro
Ducati Multistrada D-AirDucati Multistrada D-Air
La prima moto con sistema Wi-Fi per la giacca airbag. Guarda il ...
Novità Rizoma 2014Novità Rizoma 2014
Nel catalogo 2014 ci sono frecce e contrappesi nuovi di zecca
Ducati al Salone del MobileDucati al Salone del Mobile
Va in scena Monster in the Spotlight
Aprilia Atlantic 500 SprintAprilia Atlantic 500 Sprint
Il fascino della funzionalità
Aprilia Atlantic 500Aprilia Atlantic 500
Compagno di viaggio
Prove moto
Aprilia Atlantic 250 ieAprilia Atlantic 250 ie
Nuovo motore per l'Atlantic di mezzo
Aprilia Atlantic 400Aprilia Atlantic 400
Quarto motore per il maxi di Noale
Aprilia Atlantic SprintAprilia Atlantic Sprint
L'Atlantic si dà un tono sportivo
Aprilia RSV4 SBK 2014Aprilia RSV4 SBK 2014
Presentata la moto che sarà guidata in gara Guintoli e Melandri
Aprilia Tuono V4 R ABSAprilia Tuono V4 R ABS
La bestia allarga il suo orizzonte. Guarda il video
Magazine moto