Autore:
Stefano Cordara


IDEE CHIARE
Tue Mantoni, il giovane manager che ha preso in mano le sorti della Triumph, è uno con le idee molto chiare. Per lui le Triumph devono essere moto a sé, con una propria filosofia, e un proprio stile inconfondibile. Come a dire, basta scimmiottare i giapponesi, noi le sportive le facciamo a tre cilindri perché questo è il nostro motore. Detto fatto, la nuova mid-Daytona ha una cilindrata "strana" (675 cc) e un cilindro in meno della precedente, ma soprattutto ha l'ambizione di offrire un punto di vista differente sul modo di intendere una supersportiva e perché no, di dire la sua in questo infiammato segmento. Tutta nuova fino all'ultimo bullone, quindi, perché della vecchia Daytona è praticamente rimasto solo il nome.

SMALL TRIPLE

Il nuovo triple, ha come già detto una cubatura di 675 cc, e il cilindro in meno non lo penalizza sul fronte delle prestazioni perché i tecnici inglesi sono riusciti a tirar fuori ben 123 cv a 12.500 giri con una coppia massima di 72 Nm a 11.750 giri, superiore quindi a tutti gli attuali motori da 600/636 cc, anche se ottenuta comunque ad un regime pouttosto elevato. Si delinea quindi già abbastanza nettamente il carattere di questa supersportiva che farà della pienezza di erogazione (sempre riferita alla cilindrata, ovviamente) uno dei suoi punti di forza.

MECCANICA RAFFINATA

Ma non è tutto perchè gli inglesi hanno lavorato davvero sodo e il tre cilindri è davvero compattissimo, al punto da poter essere quasi contenuto in un quattro di pari cilindrata. E la tecnologia è ai massimi livelli come evidenziato dalla presenza della valvola parzializzatrice allo scarico, o dall'omologazione Euro 3. L'iniezione utilizza iniettori a 12 microfori, con corpi farfallati da 44 mm, mentre una valvola nel condotto dell'airbox gestisce il volume di aria aspirata per migliorare il comportamento del motore, oltre che ridurre il rumore. Compressione altina (12,65:1) angolo tra le valvole molto chiuso (23°) e alberi su tre assi completano le caratteritiche di questo triple molto sportivo.

VITASNELLA Motore piccolo, telaio altrettanto piccolo. Vista dalla sella la Daytona appare molto magra, anche perchè il telaio ha i traversi superiori conformati in modo tale da non aggirare la testa, ma di "scavalcarla" dando quindi sensazione di ulteriore magrezza nella zona centrale. . Per il resto i tecnici di Hinckley hanno svolto in modo molto diligente il "compitino", la Daytona 675 è dotata di tutto punto, con un forcellone dotato di capriata di irrigidimento, e addirittura l'attacco del forcellone regolabile (una chicca da vera racing), una forcella a steli rovesciati con steli da 41 mm e un ammortizzatore posteriore con piggy back, entrambi pluriregolabili. Le misure vitali rientrano nei canoni della categoria con un interasse di 1392 mm e (inclinazione cannotto 23,5°, avancorsa 86,8 mm) per un peso dichiarato di 165 kg a secco (reali giurano in Triumph).


SOTTO LA SELLA

Immancabili ormai le pinze radiali (Nissin) mentre per lo scarico Triumph ha seguito la corrente del sottosella, allineandosi quindi a Kawasaki e Honda. Quello che la Triumph promette non sono solo le prestazioni, ma anche e soprattutto il carattere, tanto carattere, con un sound inconfondibile, ed un'erogazione del tutto particolare (come sempre quando si tratta di tre cilindri) da opporre alla "freddine" giapponesi. Comunque a vederla dal vivo la Triple fa davvero un bell'effetto, ben rifinita, piccola e con un vestito tremendamente attillato. E anche ben dotata con un cruscotto piacevole e dotato di cronometro in grado di memorizzare ben 99 giri. Hai voglia a girare in pista! E anche il prezzo contribuisce a renderla interessante. 10.350 € sono una cifra interessante per quella che ha le potenzialità di essere la sorpresa del mercato 2006.

Guardala in grande

 
 

MOTORE

Tipologia   3 cilindri in linea, raffreddato a liquido, DOHC, 4 valvole per cilindroCilindrata   675ccAlesaggio x Corsa   74 x 52,3mmRapporto di compressione   12.65:1Alimentazione   Iniezione elettronica sequenziale Multipoint con induzione forzata di ariaAccensione   Digitale a gestione elettronicaTRASMISSIONEPrimaria   IngranaggiFinale   CatenaFrizione   Multidisco in bagno d'olioCambio   6 marceCICLISTICATelaio   Doppio trave di alluminioForcellone   In lega di alluminio, con posizione dell'infulcro regolabileRuote Ant. In lega a 5 razze, 17 x 3.5"  Post. In lega a 5 razze, 17 x 5.5"Pneumatici Ant. 120/70 ZR 17  Post. 180/55 ZR 17Sospensioni Ant. Forcella con steli rovesciati da 41mm, regolabile nel precarico e nell'idraulica in compressione e ritorno  Post. Monoammortizzatore con serbatoio separato, regolabile nel precarico e nell'idraulica in compressione e ritornoFreni Ant. Doppio disco flottante da 308mm, pinze radiali a 4 pistoncini con pompa radiale  Post. Disco da 220mm, pinza a 1 pistoncinoDIMENSIONILunghezza   2010mm Larghezza   673mm Altezza   1109mm Altezza sella   825mm interasse   1.392mm Rake/Avancorsal   23.5º/86,8mmPeso a secco   167kg Capacità serbatoio   17,4 litriPRESTAZIONI(valori misurati all'albero)Potenza massima   123 cv a 12.500 giriCoppia massima   72 Nm a 11.750 giriCOLORI   Graphite, Tornado Red, Scorched Yellow

 


TAGS: triumph daytona 675