Autore:
Andrea Rapelli

PRIMA VOLTA Se vi chiedessi a bruciapelo la prima Ducati sportiva che vi viene in mente, sono quasi sicuro che la maggior parte di voi risponderebbe 916. Tuttavia, nella storia di Borgo Panigale c'è un'altra moto molto importante: la Ducati 851, prima rossa a vincere, nel 1990, il titolo mondiale Superbike.

FRESCA TRENTENNE Una trentenne ancora fresca e in salute, che è stata capace di iniziare una storia di successo: a tutti gli effetti, può essere considerata la nonna della 916. Facile, quindi, comprenderne l'importanza storica.

BORDI E MENGOLI La genesi della Ducati 851 si deve principalmente a due uomini: Massimo Bordi e Gian Luigi Mengoli, nominati a capo dell'area tecnica dopo il ritiro di Taglioni. Riuscirono a convincere i vertici – a quel tempo i fratelli Castiglioni di Cagiva – dell'importanza di un modello forte, spinto da un motore tecnologicamente avanzato, che diventerà un caposaldo della tecnica Ducati.

BICILINDRICO DESMO Usando la collaudata base del classico bicilindrico a L, i due tecnici aggiunsero teste a quattro valvole, raffreddamento a liquido e, dulcis in fundo, lo schema della distribuzione desmodromica bialbero. Modifiche che portarono inizialmente a 102 cavalli a 9.000 giri, poi cresciuti negli anni fino a quota 128 a 11.500 giri.

TRALICCIO Se il look era piuttosto corpulento e squadrato, i componenti tecnici intorno al motore erano di livello: oltre al solito telaio a traliccio in acciaio, la Ducati 851 aveva sospensioni Marzocchi (la forcella non era a steli rovesciati, almeno inizialmente) e doppio disco freno all'anteriore, oltre a cambio a sei marce e frizione multidisco a secco. I cerchi erano da 16” e il peso a secco si fermava a 185 kg.

PRIMA IN SBK Con una versione opportunamente agghindata per correre della Ducati 851 – oltre 130 cavalli e 280 km/h di punta - Raymond Roche vinse il Campionato Mondiale Superbike del 1990. L'inizio di una storia di successo, che ha portato Ducati sul tetto del mondo per ben 17 volte in SBK. Fino ad ora. Se volete ammirare la 851 e altre bellezze di Borgo Panigale fatevi un giro al Museo Ducati, recentemente arricchito in occasione dei festeggiamenti per i 90 anni. Se invece volete comprarla, aspettatevi di spendere almeno 6.500-7.000 euro. Ma il difficile sarà trovarla.


TAGS: ducati 851 storia ducati 851 compie 30 anni storia ducati superbike