Autore:
Stefano Cordara

IL CLASSICO RINNOVATO Batti il ferro finché è caldo: il detto non sbaglia e Guzzi si adegua, visto che nella gamma la V7 recita ancora la parte del leone quanto a numeri di vendita (ma quest’anno anche la Stelvio ha fatto piuttosto bene, per i numeri Guzzi, s’intende, tanto che le vendite del Marchio sono cresciute del 31%) la Casa di Mandello ha pensato bene di mettere mano in modo piuttosto approfondito alla sua “modern Classic”.

IL CLASSICO SI RINNOVA All’Eicma, pertanto, potremo vedere dal vivo la nuova Moto Guzzi V7 2012 che per l’occasione si fa in tre: Standard, Classic, e Racer. Per lei arriva un nuovo motore (ma sarebbe meglio dire un motore rinnovato) che promette maggiore potenza e una coppia superiore del 10% e consumi ancora più ridotti (il V7 in effetti è già un motore poco assetato).

MONOCORPO Il segreto sta in una nuova alimentazione con un unico corpo farfallato di grande diametro che rimpiazza i due corpi farfallati del motore precedente. Questa soluzione tecnicamente derivata dal mondo auto riesce in effetti ad ottimizzare le prestazioni e i consumi delle moto risultando tra l’altro anche più economica. L'abbiamo vista su alcune moto molto moderne (come l’Honda integra ad esempio) e adesso la adotta anche Guzzi per la sua V7. Abituiamoci pertanto a trovare alimentazioni di questo tipo anche sulle moto del futuro.

UNA PER TUTTI La V7 Standard è la versione Base, per le ci sono colorazione all black (un po’ come la serie dark della Ducati) e ruote in lega; la Special ha verniciatura bicolore e cerchi a raggi; la Racer vuole essere la “sportiva” della gamma. Ma al di là delle prestazioni offre un colpo d’occhio davvero non male. Prezzi non ancora definiti.


TAGS: eicma 2011 moto guzzi v7 2012