Autore:
Stefano Cordara

LA PRIMA COL V4 Piazzare un motore V4 nel telaio di una Maxi Enduro può sembrare un azzardo tecnico. Ma, a ben vedere, il risultato ottenuto da Honda sulla Crosstourer potrebbe portare anche gli scettici a ricredersi. Honda l'ha presentata all'EICMA 2010 come concept , probabilmente per saggiare gli umori del pubblico nei confronti di una moto così particolare, ma poi, come era lecito attendersi visto il livello di finitura del prototipo ha deciso di dare seguito all'idea. Di oggi 20 ottobre 2011, l'annuncio ufficiale che la Crosstourer sarà una delle novità Honda al prossimo Eicma.

GEMELLA DIVERSA Solo l'annuncio, niente foto, ma le notizie che siamo riusciti a raggranellare con il classico giro di telefonate parlano di una moto "uguale ma diversa" da quella che fu presentata lo scorso anno. Uguale perché il concetto di base resta immutato (motore V4 da 1200 cc, telaio di alluminio, ruote a raggi, trasmissione a cardano ecc) ma a livello estetico e ciclistico ci saranno alcune evoluzioni importanti che potremo sapere solo all'prossimo Eicma.

NON SOLO ASFALTO Se con la Crossrunner la Casa di Tokio punta più al divertimento di guida su asfalto, con la Honda Crosstourer vuole invece proporre un nuovo punto di vista sul segmento delle maxi enduro, come sottolineato dalle ruote a raggi e dalla misura scelta per il cerchio anteriore (da 19)

NUOVA STRADA Invece di fare la solita "simil GS", quindi, Honda azzarda e imbocca un'altra strada, sottolineata anche dalla scelta del motore che per l'occasione è caduta sul V4 da 1200 cc che già equipaggia la VFR 1200 (anche la CrossTourer sarà disponibile con il cambio DCT a doppia frizione) e che Honda aveva dichiarato essere il punto di partenza per una nuova generazione di moto. Di contorno c'è una linea innovativa per il segmento, con un parabrezza ampio e protettivo e un telaio doppio trave in alluminio che appare decisamente sovradimensionato.


TAGS: honda concept eicma 2010 crosstourer eicma 2011