Autore:
Paolo Sardi

UN VOLTO NUOVO L'occhio, si sa, vuole la sua parte e tanto vale cominciare allora proprio dall'estetica a raccontare le novità della Ducati Multistrada 1200 2013. La tuttofare di Borgo Panigale si rinnova nel frontale, con un cupolino inedito, sormontato da un parabrezza più protettivo, ed è reso più espressivo da nuovi proiettori. Anche il ponte di comando è rivisto e permette di gestire e tenere sott'occhio anche tutte le informazioni relative alla sopraffina dotazione di dispositivi elettronici.

CHIP AL POTERE La Ducati Multistrada 1200 2013 continua a essere equipaggiata di serie con il Ducati Safety Pack, che comprende il DTC (Ducati Traction Control) regolabile su otto livelli e l'ABS, a sua volta con tre modalità di funzionamento. Il sistema antibloccaggio adottato dal nuovo model year è di ultima generazione (Bosch 9ME) ed è perfettamente integrato con la centralina che controlla le mappature del motore. Quest'ultimo è il rinnovato Testastretta 11° DS, accreditato di 150 cv.

MOLLEGGIATA Parlando di elettronica, la vera ciliegina sulla torta sono però le sospensioni elettroniche Ducati Skyhook Suspension, che vedono la forcella e il monoammortizzatore adattare lo smorzamento in tempo reale in base al terreno, allo stile di guida e al programma selezionato dal pilota. Queste sospensioni sono disponibili solo sulla versione S, accanto alla quale ne spunta anche una nuova di zecca chiamata Granturismo, per la quale sono studiati numerosi accessori, dal trittico di borse, alle protezioni tubolari per gli organi vitali, passando per i fari di profondità. 


TAGS: eicma 2012 intermot 2012