Autore:
Alessandro Codognesi

TANTO IN POCO È argomento discusso da molti, motociclisti e non solo. Stiamo parlando del futuro palinsesto televisivo sportivo, che, nella fattispecie, prevede per il 2013 la concomitanza di MotoGP e Superbike su Italia Uno. Dal 2014, invece, la rotta cambierà ancora, con Mediaset che trasmetterà la Superbike, mentre la MotoGP passerà a Sky.

TA-DAN Quello che ancora non si sapeva, era il futuro dei commentatori Superbike: un po’ a sorpresa, infatti, saltano fuori i nomi di Max Biaggi, a sostituire il buon Mauro Sanchini, e Giulio Rangheri, deviato dopo la sua breve avventura in MotoGP. In realtà, però, poco prima dell’annuncio ufficiale, Mauro Sanchini ha mangiato la foglia, postando sul proprio profilo di Facebook/Twitter il seguente status: “Non avrei mai lasciato la SBK, ma lei ha lasciato me! Non ne sarò più il commentatore tecnico, Biaggi sarà al mio posto, peccato! Arrivederci a tutti gli appassionati che mi hanno voluto bene!!”.

AL RESTO E AI BOX Fatti questi nomi, è giusto sapere che i box della Superbike saranno coperti da Alberto Porta, che lascerà quindi il posto in MotoGP a Luca Budel e al sempiterno Paolo Beltramo. Al microfono principale della MotoGP, invece, niente sorprese (almeno per ora): confermato Guido Meda a commentatore principale ma ancora nessuna voce sul suo comandante in seconda. Possibilità di una cronaca singola? Dopotutto, in tempo di crisi si ottimizza a qualunque livello…