Autore:
Alessandro Codognesi

10 RAGAZZE PER ME La mia esperienza da frequentatore del circo moto è che, quale che sia il genere di motociclista che hai di fronte, questo è quasi irrimediabilmente attratto e consumato anche da un’altra cosa. Oltre che dalla propria moto, s’intende. Per dirla non volgare sono le donne, sempre le donne la persecuzione dei motociclisti, dipendenti e spesso logorati da questa malattia. Scherzi a parte, non tutti sono così, ci mancherebbe. Però molti sì, perciò perché non provare ad abbinare 10 donne a 10 moto? Cuore e passione, anima e copro. Anzi, stringiamo il cerchio: 10 attrici, anzi, 10 ruoli interpretati da attrici, ciascuno abbinato a una moto. Ecco che cosa è venuto in mente a me. Liberissimi di non essere d’accordo e di commentare a pie' di pagina.

1. LARA CROFT – BMW R 1200 GS ADVENTURE Una labbrona da battaglia, una predatrice avventurosa che non teme terreno e avversari. È Lara Croft (alias Angelina Jolie) o la BMW R 1200 GS Adventure? Non lo so nemmeno io, perciò ho deciso fossero degne compagne. E poi, vogliamo parlare delle valigie laterali, che nel caso della bella Angelina sono frontali? Entrambe vanno bene un po’ ovunque, solo evitate di metterle dove non dovrebbero stare: davanti al bar dell'aperitivo.

2. NOLA RICE – DUCATI STREETFIGHTER Scarlett Johansson, sul set di Match Point è Nola Rice. Il suo ruolo? Una seducente e provocante attrice americana, amante passionale del tennista di turno che però è sposato e con prole in arrivo. Il pericolo da cui non riusciamo a togliere gli occhi di dosso, la passione contro la ragione che cattura con un solo, banale movimento del bacino. Ma anche da ferma, parcheggiata in un angolo altrimenti buio e insignificante. Come non abbinarla alla Ducati Streetfighter? Sanguigna, contro ogni buona ragione, è una moto pazzesca. 155 cv con il manubrio alto, linee mozzafiato. E un telaio da urlo. Parliamo di Scarlett ovviamente… Attenti però: alla fine Nola è uccisa dal suo stesso amante che, completamente travolto dall’appassionante bionda, stava per buttare una vita di fortune sull’altare della passione. Utilizzare con cautela.

3. VIOLA – HONDA  CROSSOTOURER DCT Travolgente e irresistibile, è Monica Bellucci in Manuale d’amore 2, il secondo volume sui problemi delle relazioni. Viola è una fisioterapista che accudisce il povero Riccardo Scamarcio, in sedia a rotelle a causa di un incidente stradale. E Viola lo aiuta davvero a fondo… Alt, fermi tutti: non è lo stesso comportamento di una Honda Crosstourer DCT? Con la sua facilià tipicamente Honda e il suo cambio semi-automatico è una di quelle che “fa tutto lei”… Andate a cercarvi su youtube la scena d’amore tra la Bellucci e Scamarcio, vi si chiariranno le idee! Non sforzatevi di fare grandi numeri con queste moto: saranno loro a guidarvi.

4. CHARLIE’S ANGELS – TRIUMPH CLASSICHE Qui il gioco è facile: come non associare le tre paladine Cameron Diaz, Lucy Liu e Drew Barrymore, protagoniste di Charlie’s Angels, alle Triumph Classiche? E aggiungo pure: Cameron Diaz è l’eccentrica Triumph Thruxton, Lucy Liu è l'esotica Scrambler e infine Drew Barrymore la classicona Bonneville. Tre moto, tre attrici, tre modi piuttosto sexy di interpretare il ruolo. E se devo dire la mia, ho sempre avuto un debole per la bionda Cameron Diaz e la cromata Thruxton… Ce n’è per tutti i gusti.

5. MICHELLE – BMW R 1200 RT Chi tra voi non ha visto American Pie alzi la mano. Se qualcuno l’ha alzata, sta mentendo. Scherzi a parte, una delle strampalante protagoniste del film è Michelle, la ragazza che farà perdere la verginità a Jim durante la festa di fine liceo. La sua caratteristica? L’apparenza: dai suoi racconti, che riguardano gite in campeggio, corsi di flauto e così via, sembra essere tutto ma certo non una dea del sesso. Ma una volta a letto, Jim non se la scorderà tanto facilmente… Ecco, questa è l’immagine più chiara con cui riesco a descrivere la BMW R 1200 RT: la vedi grossa e te la immagini impacciata. Leggi la scheda tecnica e te la immagini lentona. Macchè. Su un bel misto stretto è un furetto, sul veloce è una iena. Che, non contenta, ride sbeffeggiando le moto sportive. E chi se l’aspettava? Vanno bene in ogni momento.

6. CATHERINE TRAMELL – KTM 690 SMC-R Chi è Catherine Tramell? Forse faccio prima a darvi il titolo del film: Basic Instinct. E chi se la scorda Sharon Stone che accavalla le gambe mostrando un'evidente mancanza di biancheria intima? Ecco, fate un fermo immagine e metteteci affianco la KTM  690 SMC-R. Due gocce d’acqua. Provocanti, troppo per alcuni, con entrambe bisogna sapere bene quello che si fa prima di andarci a letto. Anche perché quando apri (o apre?) tutto è difficile rimanere impassibili. Ma se avete un polso destro allenato e capace (parlo della moto…), vi ripagheranno con l’equivalente sessuale/motociclistico di una droga pesante: una botta da sballo. Da prendere a piccole dosi.

7. ROSEMARY – LA TUA MOTO “È bella dentro”. Quante volte l’amico di turno vi ha ripetuto questa frase? O anche noi stessi, a tutti è capitato di frequentare ragazze non proprio piacenti. E spesso, contro ogni previsione, sono anche quelle che lasciano di più il segno proprio perché sono belle dentro. Questo il messaggio di Amore a prima svista, film con protagonista Gwyneth Paltrow che interpreta la visione di un superficiale Jack Black. L’idea è che, a causa di un incantesimo, Harold (Jack Black) vede le ragazze per come sono dentro, non come sono realmente. E Rosemary, ragazza più che sovrappeso, non è certo un'avvenente Paltrow come invece la vede lui. Non è così anche per la nostra amata due ruote? Tutto sommato, non ci interessa mai nulla di quanto abbiano da dire gli altri: noi la vediamo bella così, perché è la nostra moto e perché ci ha regalato momenti indimenticabili. Attenzione però: quando ce ne si separa il cuore si spezza, proprio come con il primo amore.

8. SUSAN – DUCATI 916 SP La donna senza età e immune dal tempo, così bella e affascinante che le gambe tremano a guardarla. Non trovate che sia così Claire Forlani nel film Vi presento Joe Black? Per i miei modesti canoni, Susan è l’espressione della bellezza, incorruttibile e lontana dalle logiche della malizia. Un po’ come una Ducati 916 SP. Hai paura a toccarla, accenderla e guidarla, meglio ammirarla e lasciarla dov’è. Troppo alto il rischio di romperla. Attenti però: potrebbe toccarvela qualcun altro… la moto e la donna!

9. C.J. PARKER – APRILIA RS 250 C.J. Parker nella serie Baywatch, alias Pamela Anderson. Devo andare avanti? Non credo debba ricordarvi la sigla con lei che, avvenente, corre per la spiaggia verso il naufrago di turno, il davanzale che balla su e giù al rallentatore. E così anche la vostra (anzi, nostra) mandibola davanti alla TV. Come non associarla all’eterna Aprilia RS 250? Il sogno di ogni 16enne, la moto da corsa per eccellenza di cui, da ragazzini, avevamo appeso il poster di fronte al letto. Affiancato da quello di Pamelona in Baywatch, chiaramente. Per i nostalgici.

10. SASHA GREY – LA MOTO A NOLEGGIO Se non sapete chi è Sasha Grey, cercatelo su Google e avrete facilmente la risposta (non penso ne abbiate bisogno). È la classica moto a noleggio, utilizzata da molti, troppi, e che non potresti mai vedere come mamma dei tuoi figli. Ma dopotutto, perché snobbarla? Come recitava una pubblicità di non molto tempo fa “Sai di non essere il primo. Ma in fondo, ti importa veramente?”.