Autore:
Giulia Fermani

SEMPRE CONNESSI Sarebbe comodo se il nostro navigatore satellitare integrato dialogasse con lo smartphone... Si potrebbe scegliere la destinazione da remoto, inviarla all'auto e partire. Detto, fatto: da adesso, grazie al Cloud, TomTom rende possibile la sincronizzazione del navigatore con tutti i dispositivi personali (come lo smartphone o i tablet) al di fuori del veicolo. 

NDS A tutto ciò si accompagna il MyDrive, il primo portale al mondo che sfrutta la tecnologia NDS: si tratta del Navigation Data Standard, un formato standard per la qualità delle mappe riconosciuto da Case auto, fornitori di mappe e sviluppatori di applicazioni. Oltre a mettere a disposizione di tutti gli utenti mappe aggiornate, il MyDrive, in futuro, diventerà l'ossatura su cui si svilupperà la guida autonoma.

SERVIZIEVOLE Come funziona IL MyDrive? Un esempio vale più di mille parole: potete pianificare il vostro viaggio online, ricevere sullo smartphone un avviso dell’orario migliore per partire e una valanga di informazioni sulla strada da percorrere. Il sistema funziona anche nel caso sceglieste di lasciare la macchina da qualche parte e proseguire a piedi. A quel punto, potrete vedere le indicazioni di navigazione sul vostro smartphone, con una grafica uguale in tutto e per tutto a quella utilizzata dal "navi" in vettura.


TAGS: navigatore tom tom mydrive