Autore:
Luca Cereda

NIENTE LODE Nulla di grave, ma non siamo al top. Quattro stelle su cinque non sono certo un pessimo risultato, ma in tanti si aspettavano che questa macchina facesse bottino pieno, impresa riuscita, nella categoria, alle rivali Mini (versione 2007) e Fiat 500. Ed invece, qualcosa va rivisto.

RISCHIO MARGINALE Dai test emerge un livello di protezione del guidatore e del passeggero confortante per quanto concerne la testa ed il busto nell'impatto frontale, accettabile in quello laterale. Ginocchia e femori, però, non se la passano bene. Il test frontale ha denunciato il rischio di lesioni provocate dalla plancia.

PEDONE RASSEGNATO Nemmeno la fortwo sa risollevare il morale del povero pedone, costretto a fare gli scongiuri di fronte alla mediocrità delle supermini nella tutela della sua integrità. La media della classe resta sotto la soglia della sufficienza, e la Smart non sembra aver svolto un carico di compiti "extra" per cercare di emergere. Con le sue due stelle, si colloca a metà strada le punte più basse (ancora molte) e chi ha già fatto qualcosa (sempre poco, però) in più.


TAGS: crash test: smart fortwo