Autore:
Andrea Rapelli

ALL'AVANGUARDIA DELLA TECNICA Ve l'avevamo promesso ed eccoci qui, per il focus sulla tecnologia delle nuove Audi A4 e A4 Avant 2016. Talmente ricche di chip da far impallidire, quasi, una navicella della Nasa. Pronti?

MMI Oltre all'Audi Virtual Cockpit (optional) con lo schermo LCD da 12,3” al posto della tradizionale strumentazione, la A4 2016 porta in dote anche un sistema multimediale MMI totalmente rivisto. Tanto per cominciare, l'MMI Navigation Plus con MMI touch comprende il classico manopolone arricchito con un touchpad, per zoomare e inserire i caratteri. Le informazioni vengono visualizzate su un grande schermo da 8,3 pollici e si può – come sugli smartphone – sfruttare la funzione di “ricerca intelligente” a testo libero.

VOCE E DATI Non solo, perché il cervellone dell'MMI Navigation Plus, che si basa sulla piattaforma modulare d'infotainment di seconda generazione (MIB), gestisce molto bene anche i comandi vocali. Tanto che, volendo, si possono usare espressioni colloquiali senza il rischio di essere fraintesi. Finita? Macché: l'MMI Navigation Plus comprende pure l'Audi Connect, che fa diventare la Audi A4 2016 un hot-spot viaggiante, grazie alla connessione LTE. Così, i passeggeri possono connettersi tramite i propri dispositivi e navigare in rete.

SMARTPHONE INTERFACE Per i patiti di high tech si può poi avere l'Audi Smartphone Interface, che integra perfettamente sull'MMI sia i dispositivi Android sia gli iOS. Volendo, poi, grazie all'Audi Phone Box si ricarica il telefonino ad induzione, secondo gli standard Qi. Gli audiofili possono gustarsi l'impianto audio Bang&Olufsen con funzione 3D, mentre i pargoli si guardano un cartone animato con il sistema di intrattenimento posteriore: due tablet all'altezza dei poggiatesta, per capirci.

QUI SICUREZZA Le Audi A4 e A4 Avant 2016 portano in dote, di serie, il Pre Sense city: grazie ad una telecamera dietro al parabrezza può minimizzare (in un range da 0 a 85 km/h) o perfino evitare (se si viaggia sotto i 40 km/h) un eventuale impatto, agendo autonomamente sui freni. Il Pre Sense Basic, optional, alza i vetri, tende le cinture e chiude il tettuccio se rileva un pericolo di collisione. Se l'incidente è inevitabile, il sistema aiuta chi guida a frenare correttamente, per evitare deleteri sbandamenti.

ADATTIVA Della partita sono anche il rilevatore di stanchezza e il cruise control adattivo con assistente di guida in colonna: in presenza del cambio automatico può gestire da solo i frequenti stop&go in coda, fermandosi e ripartendo automaticamente (se il guidatore lo desidera). Mantenendo, naturalmente, la distanza di sicurezza scelta dal veicolo che precede.

PREDITTIVA La lunga lista continua: altro optional innovativo è l'assistenza predittiva all'efficienza. Sostanzialmente, la Audi A4 2016 segnala a chi guida – tramite i dati ricevuti dal navigatore – le situazioni in cui si dovrebbe rallentare, come curve, rotatorie o centri abitati molto prima che il pilota possa vederli. Sfruttandone tutte le potenzialità, dicono ad Inglostadt, potete diminuire i consumi fino al 10%.

ASSISTENTI PER TUTTI Infine, non mancano una pletora di angeli custodi per evitare anche il più piccolo errore di valutazione: lane assist, assistente al parcheggio, l'assistente di svolta, il sistema di riconoscimento della segnaletica stradale con telecamera... C'è perfino l'avviso di uscita: se, ad auto ferma, aprite le porte e il sistema capisce che sta arrivando un altro veicolo da dietro, dei Led rossi si illuminano sulle maniglie, segnalandovi il pericolo.