Autore:
Gilberto Milano

GEOMETRIE Il triangolo no, non l’avevano ancora considerato, in Alfa. Non così esplicitamente come sulla nuova 147. Il triangolo diventa infatti l’elemento portante del lifting a cui è stata sottoposta la compatta del Biscione.

UN VISO NUOVO Si comincia con il rimarcare maggiormente la triangolarità della calandra, ora più sporgente e più bassa che in passato, per rimarcare con più forza la fama del marchio. L’impatto sul viso è di grande effetto, oltre

che rappresentare la conferma di come con pochi sapienti tocchi si possa dare una nuova immagine a un viso con qualche ruga di troppo.

INCISIONI Grazie al nuovo naso e all’andamento triangolare dei fari, diventano ancora più marcate anche le nervature del cofano, che proprio dalla calandra prendono origine: un triangolo ideale inciso nel metallo, con il vertice nella punta della mascherina e la base

formata dal parabrezza.

TUTTO DIETRO Di richiamo ai triangoli si parla anche per gli interventi nel posteriore. Nei fari in particolare, che si allungano sulla fiancata evidenziando la figura geometrica di cui sopra. Rimbelloccito anche il portellone, su cui spicca una modanatura cromata trasversale, e il paraurti posteriore, dove la spigolosità del design penetra fino al passaruota. Tra le novità esterne da notare la nuova presa d‘aria divisa da tre elementi verticali, e lo sfondo nero della palpebra dei fari. Intatta invece la figura laterale, che resta quella aggressiva ed elegante di sempre.

BICOLORE All’interno arrivano nuovi abbinamenti di colore per la plancia (grigio su grigio; blu su grigio) e una plastica con una grana diversa. Nuova anche la grafica della strumentazione e diverso il motivo della tappezzeria dei sedili e pannelli porta, ora del tipo a "cannelloni". Come nuovo è il design dei poggiatesta posteriori, ribassati per aumentare la visibilità posteriore.

SEI MOTORI Tre i benzina e tre i turbodiesel disponibili. Al 1.6 Twin Spark da 105 e 120cv e al 2.0 16v da 150 cv a benzina e al 1.9 JTD con potenze da 100 e 115cv già in listino sulla 147, si aggiunge un potente 1.9 JTD M-Jet da 150cv e 4000 giri con 305 Nm a 2000 giri, che promette faville in termini di prestazioni e di vendite.

ROBOTIZZATI Novità anche sui cambi. Con un nuovo robotizzato evoluzione del Selespeed (si può guidare in automatico o manuale) già adottato con successo dalla 147 e da altri modelli del Gruppo. Questa nuova versione del Selespeed aggiunge maggiore semplicità di impiego e maggiore piacere di guida. Vengono inoltre inserite sospensioni Comfort di serie sulle versioni 1.9 JTD M-Jet da 150cv.

147 PER TUTTI Diverse le versioni in listino: a tre e cinque porte, tre gli allestimenti (Impression, Progression e Distintive), 13 le tonalità di colore, quattro gli ambienti interni. Prezzi e tempi di commercializzazione a breve.

GUARDALA DA VICINO

   

TAGS: anteprima: alfa romeo 147 2005