Autore:
Luca Cereda

CAMBIO COLOLORE Taxi giallo? Superato. Adesso va di moda verde. Il colore non si riferisce alla carrozzeria, ma al motore, quello della Toyota Prius. Dall'aprile 2007 la Casa nipponica ha lanciato una campagna promozionale per avvicinare i tassisti alla sua brida e nel giro di pochi mesi ha ottenuto risultati decisamente lusinghieri, vendendo 564 Prius taxi. Il nuovo anno, poi, ha visto uscire dalle concessionarie del marchio altre 476 Prius in due mesi, delle quali 56 destinate a conducenti di taxi.

NON SOLO MODA Un exploit "razionale", dovuto a concreti vantaggi che i tassisti (e chi meglio di loro) misurano calcolatrice alla mano. E destreggiandosi con la matematica, anche Toyota sorride, mettendo nel mirino un tetto di 2200 Prius da vendere entro la fine dell'anno. In soldoni, oltre 270 pezzi in più rispetto al 2007.

MOTORE CROCEROSSINO La maggior parte del merito va all'intelligenza di un motore che soccorre i tassisti in diverse circostanze della loro attività quotidiana, aiutandoli a limitare i consumi e a preservare la meccanica. Si pensi, ad esempio, ai numerosi "stop & go" e alle partenze da fermo: mentre i motori a scoppio pagano dazio per un rendimento non ottimale, che li costringe a consumare ed inquinare di più, qui l'elettrico garantisce prestazioni superiori e consumi tendenti allo zero. Che sulla Prius - così dichiara Toyota - si misurano tra i 4,2 e i 5 litri ogni 100 km, a seconda che ci si muova su un territorio urbano, extraurbano o misto.

FRESCO GRATIS Pensando alla vita del tassita, poi, si scopre di poter risparmiare molto anche da fermi grazie all'elettricità. In inverno e in estate, i conducenti sono spesso costretti a tenere il motore acceso per far funzionare il climatizzatore, mentre aspettano un cliente. Inconveniente al quale ovvia il motore elettrico della Prius, cancellando in una tre effetti collaterali: spreco di carburante, emissioni di CO2 e detrimento del motore.

MILANO IBRIDA Tornando a spulciare i dati di vendita della Prius-taxi, altri numeri interessanti balzano all'occhio: delle 564 Prius vendute dalla primavera del 2007, ben 391 (quasi tutte a Milano) circolano in Lombardia. Le altre: 44 sono in Piemonte, 61 a Roma, 17 in Toscana, 36 in Emilia Romagna, il restante in altre città per lo più del Nord. Una schiacciante maggioranza. E rimanendo ancora sotto la Madonnina, si prevede un aumento a 600 (su un totale di 4500 taxi) entro la fine dell'anno corrente.

RAGIONIERI SI DIVENTA Epidemia di pollice verde, oppure c'è il trucco? Rispolverate la calcolatrice e segnatevi queste cifre. Tra condizioni d'acquisto di una Prius per i tassisti figura, oltre alla garanzia di cinque anni e 100.000 km, anche uno sconto del 17% sul prezzo di listino. A questo vanno sommati ben 6.000 euro di incentivi regionali che sforbiciano il prezzo un bel po': da 26.000 euro si scende a 15.580. Indubbiamente un bell'affare. Peri tassisti e per il gruppo Toyota, che nel breve potrebbe raddoppiare il business con la Lexus LS ibrida, recentemente corteggiata dalla categoria.


TAGS: prius il taxi verde