Autore:
Luca Cereda

NIENTE SCHERZI Mr. Bean vende la macchina. Non la Mini verde pisello, quella vera: una rarissima McLaren F1 color melanzana che, potesse parlare, ne avrebbe tante da raccontare. Non fosse altro perché in passato ha visto la morte (meccanica) in faccia diverse volte, prima di rinascere a nuova vita nel 2012, completamente restaurata con perizia e pazienza dai tecnici McLaren MSO dopo l’ultimo incidente del suo proprietario, l’attore inglese Rowan Atkinson.

VADO AL MASSIMO Una vita spericolata, insieme alla chiara fama del suo possessore, l’hanno resa una vip internazionale. E perciò, il prezzo è salato. Per cedervi la sua F1, comprata nell’ormai lontano 1997, Mr Bean chiede 10,7 milioni di euro, non uno di meno. Una cifra stellare – è proprio il caso di dirlo – anche in rapporto al chilometraggio a curriculum: 66.000 km. Dopotutto Atkinson non si è mai risparmiato nell’usarla, e ne andava fiero. Per quanto ogni giorno potesse scegliere tra valida rosa di alternative, tra le quali un’ Aston Martin V8 Vantage Zagato, un’ Acura NSX, un’ Aston Martin DB2 e una BMW 328 del 1939, tanto per citare alcune perle che l’attore custodisce in garage.

CENNI STORICI Sull’annuncio si legge anche: “monoproprietario”. Ma nel caso della McLaren F1 di Mr Bean, è difficile considerarlo un punto a favore. Nel 1999, a soli due anni dall’acquisto, il primo botto: un incontro a muso duro con una Austin Metro, che costò alla F1 un soggiorno in officina per una ricostruzione facciale. E nel 2011 andò persino peggio: Atkinson schiantò la sua F1 dritta-dritta contro un albero. Per lui solo qualche acciacco alla spalla, mentre la F1 riportava danni per oltre 1,2 milioni di euro. Tutti – pare – coperti dall’assicurazione dell’attore.   


TAGS: milioni euro bmw caso vita martin aston mclaren nell bean attore atkinson vende monoproprietario perle citare db2 custodisce