Autore:
Luca Pezzoni

SEMISERIO Il punto di partenza è stato un comunicato mandato in redazione dalla Hertz: a breve sarà disponibile anche nello stivale tricolore una bella flotta di Lotus Elise. Una bella notizia per chi non può permettersi di acquistarla, la Elise; un modo semplice e nemmeno troppo costoso per togliersi un piacere rimandato da chissà quanto tempo. Ma se in Italia c'è la Elise, cosa si potrebbe noleggiare di speciale e divertente nel resto del mondo? Abbiamo così iniziato a "viaggiare” a colpi di clic, a girare il mondo del web alla ricerca di auto insolite da noleggiare. Non ci siamo dati regole, se non alcune coordinate base: alternare operatori affermati nel mondo dell'autonoleggio con alcune agenzie specializzate, evitando però i club esclusivi, quelli che richiedono corposi fee d'ingresso per diventare soci e non accessibili alla maggior parte degli appassionati, neppure a quelli in vena di mattane.

CHI SURFA TROVA Soprattutto, quando possibile abbiamo tentato di non avere preclusioni: guidare una Dodge Challenger in Kuwait può essere anche più divertente di guidare una Porsche a Miami. In fondo basta essere uomini di "rete” e indagare armati di pazienza per trovare un mondo nuovo. Fatto di sogni o quasi sogni a motore disponibili a noleggio. Data la varietà di proposte disponibili e portafoglio permettendo, sarebbe da pianificare una vera e propria vacanza a motore ai quattro angoli del Globo. Ma anche senza esagerare rimane un memo da appuntarsi per trasferte di lavoro e vacanze prossime venture. Con un investimento importante ma non impossibile, ci si può divertire affittando giocattoloni (o giocattolini) al posto della solita berlina.

Cosa c'è da guidare

ITALIA Di Hertz abbiamo detto. Non ci sono ancora indicazioni di prezzo, ma meglio appuntarsi sul planner settimanale dell'autunno una bella vacanza magari tra le colline toscane: con una Elise i saliscendi tra San Giminiano e dintorni potrebbero diventar ancora più formosi. Se siete impazienti e appartenete alla scuola di pensiero del "chi si accontenta…” buttate l'occhio alle altre possibilità offerte dai Big del noleggio (con tutte le garanzie del caso che questo comporta…): Avis, ad esempio offre tre opzioni agli antipodi ma comunque gustose: dalla Mini Clubman all'Alfa Mito, passando ad una macho-car come la Dodge Nitro. Non certo dei bolidi esotici, ma comunque auto con coefficiente di divertimento superiore alla media delle auto a noleggio. Tutto a prezzi inferiori ai cento euro al giorno.

EUROPA Allargando gli orizzonti sul continente europeo non mancano le alternative goderecce. In Spagna Sixt dedica una sezione specifica del sito alle auto vacanziere dove, se siete fortunati, potete anche trovare sfizi come la New Beetle Cabrio per muovervi a Mallorca. Scelte alternative possibili anche in Portogallo, dove se volete girare tra gli aspri paesaggi dell'Alentejo una X-Trail della gamma Avis capita a fagiolo. Se andate in Grecia scamiciati buon gusto e capacità di comprendere il contesto vacanziero dicono che una Suzuki Jimny potrebbe regalarvi molti giorni di divertimento senza inutili esagerazioni. Solo tre esempi che però valgono mutatis mutandis per tutti o quasi i paesi CEE.

MIDDLE EAST Cambiando fuso orario, a poche ore di distanza di aereo si arriva a Dubai e la scelta inizia ad allargarsi. Con la benzina a prezzi impensabili una BMW 535i non spaventa. Ingolosisce molto di più però un Hummer H3 di Budget Car Rental, in offerta a meno di 100 euro al giorno, a patto di riservarlo per almeno sette giorni. Spostandosi nella più chic Abu Dhabi le offerte rimangono dello stesso tono sia economico che di cubatura, e se non volete dare nell'occhio potete anche assicurarvi una Chevrolet Tahoe per fare gli americani. Sconfinando in Kuwait potete godervi una Yukon Suburban a circa 80 euro. Mentre a Doha in Qatar potrete togliervi lo sfizio di avere un Cherokee con il V8 e fare un pieno con meno di 20 euro.

SINGAPURA RUSSA Ampliando gli orizzonti verso la Malesia si inizia ad esagerare. Luxe Car Rental è il nome dell'agenzia che spiega tutto da solo: nella città stato di Singapore con le auto, come con l'igiene e il rispetto dei divieti, non hanno mezze misure: Pavel Zotov, un Russo amante guardacaso delle belle macchine, offre ai suoi facoltosi clienti una scelta limitata ma da leccarsi i guanti da pilota: Bentley Continental, Ferrari F430 Spider e Lamborghini Gallardo per chi vuole scorrazzare e farsi notare dalle parti di Orchard Road (andateci senza moglie) o Marina Bay (andateci con la moglie e la crema abbronzante). Contattatelo via e-mail per avere un preventivo: a noi non ha risposto, probabilmente dopo aver fatto una visura sul conto corrente…

AUSTRALIA Aggiungendo qualche ora di trasvolata oceanica si arriva in Australia. Appena atterrati all'aeroporto di Sidney potrete trovare ad aspettarvi, bastano pochi click sul sito Europcar locale, sfizi moderati come la PT Cruiser Cabrio o nobili scoperte di pura razza teutonica come l'Audi A4 cabrio, appena sostituita in Europa dalla recente A5, ma da quelle parti fa esotico. Nessun problema se preferite mettervi al sicuro su Suv e derivati di vari casati, come il Mitsubishi Outlander, a poco più di 50 euro giornalieri.

USA DA SOGNO Negli States tutto diventa facile. Per la classica vacanza americana non c'è che l'imbarazzo della scelta e non serve neppure andare a scovare chissà quali agenzie specializzate. La collezione Prestige di Hertz basta e avanza a saziare gli appetiti di un guidatore normale: dall'Audi Q7 alla Infiniti FX, passando per Hummer H2 e Cadillac Escalade. Ma se il palato raffinato non si accontenta, ecco che da Midway Car Rental trovate la nuova Camaro per scorrazzare a Los Angeles a neppure 250 euro al giorno. Auto modaiola negli States, la propone anche AVIS (usandola come icona in Home Page) a molto meno: circa 130 euro al giorno.

CORVETTE, BENTLEY, MUSTANG E gravitando intorno a cifre simili (l'abbiamo trovata anche a 160 euro giornalieri) potete scegliere anche la Corvette. Mentre ne servono almeno 800 tramite agenzie specializzate per portare oltreoceano tutto il vostro spirito british a bordo di una Bentley GTC. Se la concorrenza è l'anima del commercio ne abbiamo avuto una dimostrazione: dandosi da fare e spendendo qualche ora in ricerche risparmiose nei vari Stati a stelle e strisce ci possono togliere sfizi a buon mercato, come ad esempio la Mustang Cabrio a poco meno di 100 euro.

JAMAICA REGGAE Se non vi manca lo spirito hippy e sognate una vacanza tra la casa di Bob Marley a Kingston Town e qualche escursione sulla Blue Mountain, dove si produce uno dei caffè più buoni del mondo, una Suzuki Grand Vitara sembra perfetta per un utilizzo mare monti. Meglio, molto meglio, con meno di 80 euro, un bel pick-up tipo il Nissan Frontier double cab, magari su cui caricare un bel sound system, proprio come amano fare i veri idoli locali.

RUSSIA Cambiando temperatura e approccio alla vita si arriva in Russia. Qui occorre fare mente locale: o scegliete un basso profilo oppure tanto vale resettare abitudini e senso della misura: minimo minimo vi serve un X6, che viene via con l'equivalente di 150 euro al giorno da Penguin Car Rental. Altrimenti aumentando un filino il budget potrete scegliere tra superlimo come la BMW serie 7 o la classica Porsche 911. Volendo andare sul sicuro con Hertz potete prenotare con tutte le garanzie del caso una A3, servono circa 80 euro al giorno, ma è comunque un muoversi dignitoso.

CINA COPIA Pechino merita un viaggio automobilistico in tempi stretti, prima di perdere l'opportunità di guidare tra limo, copie a motore di famose auto occidentali e ultimi reduci in bicicletta e carretto. Mercedes Classe S, Audi A6, Nissan Titan o Chrysler 300C si trovano a partire da circa 120 euro al giorno. In Cina trovate un vero crocevia automobilistico anche per il noleggio; puntate sulle Buick, noi le sottovalutiamo ma da quelle parti hanno una grande immagine e farete un figurone. Toyota Qualis, che trasporta fino a otto persone, e Maruti Zen le consigliamo solo se volete provare a vivere esperienze da raccontare.

INDIA IN CHAT Per affrontare i round about di New Delhi rigorosamente attaccati al clacson e dimenticando cosa sia la precedenza (vale la legge della giungla) non mancano opzioni sfiziose anche se lontane dall'esotismo di altre nazioni. Berline come la Mercedes Classe S o, considerate strade e spericolatezza degli indiani al volante, Suv come la Honda CRV a 80 euro giornalieri assicurano di fare buona figura. Altrimenti la Toyota Camry o la Suzuki Swift a circa 30 euro che assicurano l'anonimato tra la folla (e potrebbe anche essere un bene). La vera sorpresa che ricordiamo del nostro pellegrinaggio indiano prima reale e poi virtuale è il colloquio in chat con l'operatore dell'autonoleggio. Come se fossimo al bancone, per poi ricevere in tempo reale un file Excel con le tariffe (in rupie) complete.

PURE IN LAOS SE TI ACCONTENTI Per chi ha deciso la vacanza alternativa non è detto che si debba rinunciare al bon ton moto-automobilistico. In Laos ad esempio meglio non pretendere e neppure pensare a supercar o superbike con targa e frecce. Ma appoggiandosi a qualche agenzia locale, come Asia Vehicle Rental, sono disponibili dignitose compatte di buono standard europeo come la Hyundai i30 o fuoristrada cassonati come il Ford Ranger. Se si preferisce un due ruote semplice semplice per confondersi tra la folla si può ripiegare su un Honda Wave 100. Non proprio un'Africa Twin per affrontare temerarie escursioni ma insomma. E poi dopo la vacanza alternativa rimane quella da sogno.

GOTHAM CITY D'accordo la città non esiste e non noleggiano la Batmobile. Ma la sorpresa della nostra investigazione si chiama Gotham Dream Car. Ha base a New York e Miami ed ovviamente regala, dietro lauto compenso, qualche giorno a noleggio con autentici sogni a motore. Ma al fatto di poter affittare una Saleen S7 davvero non eravamo preparati. Invece è possibile, non servono neppure 2000 euro al giorno per godersi i suoi otto cilindri e 550 cavalli. ma se la tenete una intera settimana la tariffa si riduce e ve la cavate con circa 10.000. La seconda opzione (forse anche la prima…) è solo per chi, probabilmente, potrebbe anche comprarsela, ma per un giorno fuori dall'ordinario meglio segnarsi l'indirizzo. Che bambinoni gli americani.


TAGS: vacanze auto a noleggio rental rent a car hertz