Autore:
Paolo Sardi

FAMILY FEELING Il sentiero a Wolfsburg è ormai tracciato. In questo momento tutti nuovi modelli Volkswagen devono seguire a livello estetico le linee guida disegnate per la Scirocco, la Golf e la Polo. Il tutto per dare più forza a quella che gli uomini di marketing chiamano "brand identity" e per far sì che i mezzi della Casa si possano riconoscere anche da lontano, nel parcheggio del supermercato come anche nella polvere di un cantiere o tra le piazzole di un campeggio.

UNO PER TUTTI Oltre alle vetture, infatti, ora anche i veicoli commerciali VW indossano la divisa sociale con il frontale a listelli. La nuova gamma arriverà sul mercato in autunno ma inizierà a farsi vedere già sotto i riflettori di Francoforte, dove saranno esposti i model year 2010 del versatile Multivan e del camper California. Le novità toccheranno però anche il resto della squadra, ovvero il Transporter, che è lo sherpa del gruppo, e il Caravelle, il modello dedicato al trasporto persone. Per tutti e quattro, a fare da trait d'union tra i fari squadrati arrivano barre orizzontali, con finitura nera o cromata a seconda delle versioni.

SI FA IN QUATTRO Le novità proseguono proprio alle spalle della mascherina, dove spunta un quartetto di nuovi motori turbodiesel Euro V e dotati di filtro per il particolato. Tutti sono varianti del due litri common rail, declinato in diversi livelli di potenza. La versione più soft è accreditata di 84 cv e di una coppia di 220 Nm a soli 1.250 giri. Il secondo step fa segnare 102 cv e 250 Nm mentre salendo di un altro gradino si arriva a 140 cv e 340 Nm. A fare da denominatore comune a questi tre TDI c'è una turbina a geometria variabile. La punta di diamante della gamma è invece dotata di due turbo, che portano la potenza massima a 180 cv e il piccolo di coppia a 400 Nm. Fino a oggi questo livello di potenza era raggiunto con un motore V6 2.5, che consumava 1,9 litri in più ogni 100 km rispetto al nuovo biturbo.

ARRIVA IL DSG Certi numeri sono capaci di fare invidia anche a molte berline, da cui la gamma commerciale eredita invece per la prima volta il cambio robotizzato a doppia frizione e a sette marce DSG, offerto in opzione. Per alcune versioni, l'altro fiore all'occhiello del reparto trasmissione è la trazione integrale permanente 4Motion, che sfrutta una frizione Haldex di quarta generazione. Nel corso del 2010 le due raffinate soluzioni potranno anche essere ordinate l'una in abbinamento all'altra. A completare la gamma c'è poi anche un motore a benzina da 115 cv, il cui destino è però di fare da fanalino di coda nella classifica delle vendite.

NATI CON LA CAMICIA Per la nuova edizione dei quattro commerciali VW si parla anche d'importanti passi avanti sul fronte della dotazione standard e di optional. L'abitacolo ha rivestimenti inediti, una nuova strumentazione con grafica bianca e un volante a tre razze di foggia più moderna che in passato. Dell'equipaggiamento di serie del model year 2010 fanno parte il sistema di assistenza alle partenze in salita e il controllo elettronico della stabilità. Interessante è anche la disponibilità di fendinebbia che svolgono la funzione di luci di svolta, di una spia che tiene informati su eventuali perdite di pressione dei pneumatici e di un vasto assortimento di stereo e sistemi di infotainment.


TAGS: golf tdi volkswagen t5 caravelle caravelle multivan transporter california common rail salone di francoforte 2009