Autore:
Andrea Rapelli

LATO B Inutile girarci intorno: il segmento B, quello delle piccole, la fa da padrone lungo lo Stivale. Fra la miriade di offerte, più o meno allettanti, che popolano il mercato, la nuova Toyota Yaris riveste indubbiamente un ruolo di grande spessore. Non foss'altro perché la Yaris, appena rinnovata, rimane la Toyota più venduta fra i confini italiani e pure fra quelli, più estesi, del Vecchio Continente.

85 MILIONI DI MOTIVI Vietato sbagliare, quindi: ecco perché la Toyota ha investito sul restyling della Yaris ben 85 milioni di euro. Per la prima volta, quasi tutti sul suolo europeo: il design è stato curato dal Centro Stile di Sophia Antipolis (Nizza) mentre il reparto Ricerca e Sviluppo di Bruxelles si è occupato delle modifiche più sostanziali. Perché a cambiare, oltre al design esterno, è anche tutta una serie di componenti meccanici, che fanno sì che la scocca sia più rigida del 20% e il comfort maggiormente curato.

MENO TASSE Con un’offerta estremamente articolata, con ben cinque allestimenti – base, Cool, Active, Lounge, Style – e quattro motorizzazioni - 1.0 e 1.3 a benzina, 1.4 a gasolio e 1.5 Hybrid - la scelta della Yaris giusta sulla carta sarebbe tutt'altro che facile. Tuttavia, se ci si lascia guidare dal mercato stesso, il quadro diventa improvvisamente chiarissimo: i riflettori puntano decisi sulla nuova Toyota Yaris Hybrid, nettamente la più venduta qui da noi. Il motivo è semplice: prima di tutto, grazie al sistema ibrido si beneficia di tutta una serie di agevolazioni davvero interessanti. A Milano, per esempio, si può entrare gratis in Area C. Inoltre, Regione Lombardia abbuona il bollo per i primi tre anni, se contestualmente si rottama un'auto inquinante. La stessa tipologia di vantaggi sul bollo si ha, senza rottamazione, anche in Lazio, Puglia, Campania e Umbria. Inoltre a Bologna, Roma, Bergamo, Perugia e Napoli si può parcheggiare gratis sulle strisce blu.

MENO CONSUMI, MENO STRESS Naturalmente, i benefici del sistema ibrido della nuova Toyota Yaris Hybrid si avvertono anche alla pompa di benzina: con un consumo medio dichiarato pari a 3,3 l/100 km, il vostro portafogli ringrazierà sentitamente. Ciò non significa che dovrete fare a meno delle prestazioni: i 100 cv garantiti dall'accoppiata motore elettrico-motore a benzina assicurano buone riprese nel traffico. Il tutto senza diventare schiavi di cambio e frizione nella guida metropolitana, perché la Toyota Yaris Hybrid può contare su un cambio automatico CVT dolce e silenzioso. Sotto i 50 km/h, poi, si può viaggiare per circa 2 km in modalità totalmente elettrica, inquinando e consumando zero.

PROMOZIONALMENTE Chi crede che la tecnologia ibrida obblighi a versare una cifra esorbitante nelle casse del concessionario, sappia che il prezzo della nuova Toyota Yaris Hybrid non costringe a svenarsi: il listino della Yaris Hybrid Cool, che offre una ricca dotazione di serie, è fissato a quota 15.450 euro. Proprio come la base di partenza della Yaris 1.4 D-4D a gasolio, in allestimento base. Motivo in più per farci un pensierino. In fondo, se i km annui percorsi non sono da agente di commercio, la Yaris Hybrid si rivela il mix giusto per affrontare le molteplici sfaccettature della mobilità quotidiana.

Per altre informazioni potete visitare il sito ufficiale http://www.toyota.it/gamma/yaris/index.json#


TAGS: nuova toyota yaris hybrid