Autore:
Luca cereda

PEZZI UNICI La Mini Life Ball parla ancora italiano, per il secondo anno conscutivo. Dopo la Roadster del 2012, firmata dalla direttrice di Vogue Franca Sozzani, stavolta è toccato allo stilista Roberto Cavalli vestire la Mini per beneficenza, una Paceman one-off che porta avanti un’iniziativa inaugurata nel 2002 dalla Mini Charity e che negli anni ha visto protagonisti, tra gli altri, big italiani della moda del calibro di Diesel, Missoni, Ferré e Versace.

CANGIANTE La Mini Life Ball 2013 by Roberto Cavalli si caratterizza per gli effetti speciali: una non meglio precisata verniciatura iridescente capace di cambiare gradazione di colore – passando dal nero al marrone – a seconda degli effeti della luce sui pigmenti. Detto questo, non mancano i dettagli d’autore: dall’effigie della griffe sul tetto, che pare quasi sospeso per via della bordatura nera che lo circonda, alla firma dell’autore sparsa un po’ ovunque. il debutto ufficiale è avvenuto a Vienna, in occasione dell’apertura del nuovo store di Cavalli “Goldenes Quart1er”. Dopodiché questa Paceman modaiola è stata battuta all’asta all’Hofburg Palace, sempre a Vienna, in occasione del consueto gala di solidarietà a favore della lotta all’AIDS.