Autore:
Paolo Sardi

AGLI ANTIPODI Neanche fosse il classico assassino che torna sul luogo del delitto, la Mazda sceglie ancora una volta l’Australia per presentare un’ulteriore versione della BT-50. Dopo aver scelto lo scorso autunno Sydney per il debutto in società dell’ultima generazione di questo pick-up, punta ora sulla passerella dall’Australian International Motor Show di Melbourne per il battesimo della variante BT-50 Freestyle Cab, che sta a metà tra le carrozzerie a cabina singola e doppia. 

COMODI ANCHE DIETRO Così come il modello uscente, la Mazda BT-50 Freestyle Cab 2012 adotta piccole porte posteriori che si aprono controvento ed è priva di montanti centrali, una soluzione che la Casa giapponese aveva utilizzato in passato anche sulla coupé RX-8. Quest’architettura crea un’apertura di ben 1.408 mm quando le porte sono spalancate e favorisce l’accessibilità ai due posti posteriore, che non sono più di fortuna come in passato. La seduta è ora più lunga di 50 mm, mentre lo schienale offre un maggior supporto alle spalle, alzandosi di 128 mm.

A TUTTO VOLUME Quando non c’è il tutto esaurito a bordo, i sedili posteriori possono comunque essere rimossi, per ricavare una dépendance al coperto del cassone, che, dal canto suo, vede aumentare la capacità. Il piano di carico diventa più lungo e più largo e nel contempo cresce anche l’altezza delle spondine. Il risultato è un volume utile di 1.453 litri, 266 in più rispetto alla vecchia BT-50. La Mazda BT-50 Freestyle Cab 2012 sarà nelle concessionarie australiane entro la fine dell’anno.


TAGS: mazda bt 50 freestyle cab melbourne