Autore:
Paolo Sardi

SI VOLTA PAGINA Se c'è una cosa che fa discutere dell'ultima Serie3 berlina è la coda. C'è a chi piace da morire e chi proprio non riesce a mandarla giù, compreso, si dice, qualche pezzo grosso del quartier generale di Monaco. Fatto sta che al momento di disegnare il nuovo posteriore per la Coupé, in BMW non si sono accontentati di tratteggiate un padiglione inedito ma hanno preferito dare un colpo di spugna e rifare tutto ex novo.

COMPITI DIVERSI Dalle luci, che impiegano la tecnologia a Led, gli spigoli sono quasi messi al bando. Al loro posto ci sono forme più morbide e muscolose, volutamente in contrasto con il resto della carrozzeria, fatta più che altro di linee tese. Un po' come se al posteriore venisse dato il compito di esprimere forza, come traspare anche dalla forma rientrante della parte bassa del paraurti, e al resto delle lamiere spettasse invece trasmettere un'idea di dinamismo.

RAPACE A ben vedere, comunque, le novità non si limitano affatto al posteriore. Anche il frontale, sottolineato da un ampio spoiler, cambia e non poco. I fari bixeno montati di serie sull'intera gamma danno alla Coupé uno sguardo intenso, che ben si combina con il nuovo taglio del cofano. L'insieme ha un'aria grintosa, quasi rapace, mentre le fiancate sono movimentate da nervature che segnano il sottoporta e la massiccia zona a ridosso dei finestrini, creando un gioco di superfici concave e convesse più che mai suggestivo.

SERVIZIEVOLE Il tetto gira svelto sopra la linea di cintura e delle spalle, descrivendo un arco di rara pulizia e fluidità. I finestrini sono più bassi che sulla berlina, fatto che accentua la sensazione di sportività nel pilota e nei passeggeri. L'abitacolo, a quattro posti, è a sua volta profondamente rivisto, con rivestimenti esclusivi, particolari ad effetto e interessanti soluzioni pratiche. Sulla Coupé c'è per esempio un braccetto porgicintura che avvicina il nastro a chi siede davanti risparmiandogli un esercizio yoga o peggio una lussazione della spalla ogni volta che deve sistemarsi a bordo.

MR MUSCOLO Il vero fiore all'occhiello della Serie 3 Coupé si annuncia però la gamma motori, con una punta di diamante che porta alla ribalta soluzioni tecnologiche di alta ingegneria. In attesa della M3, che sarà con ogni probabilità spinta da un motore V8 da 4,4 litri e oltre 400 cv, a tenere banco è la 335i. Questa versione è spinta da un sei cilindri in linea a iniezione diretta High Precision Injection da tre litri sovralimentato con due turbocompressori. Se, letta la descrizione, si è senza fiato, meglio prendere una boccata d'ossigeno prima di scoprire che la potenza massima è di 306 cv e che la coppia massima di 400 Nm è sempre disponibile tra i 1.300 e i 5.000 giri.

DEGNI COMPARI Le prestazioni sono degne di una vera supercar. La 335i Coupé impiega 5,5 secondi per scattare da 0 a 100 km/h, mentre ne occorrono 6,2 per passare in quarta marcia da 80 a 120 km/h, con la percorrenza media che si attesta attorno ai 10,5 km/litro. Solo la centralina impedisce di superare di slancio i 250 km/h. Sempre un sei cilindri da tre litri ma questa volta aspirato anima la 330i, che di cavalli ne ha "soltanto" 272. In questo caso il tempo nello 0-100 è di 6,1 secondi ma insistendo si arriva comunque ai 250 km/h del limitatore elettronico. Si ferma invece a 247 km/h la 325i, con motore sempre a sei cilindri ma questa volta da 2,5 litri. Qui potenza e coppia sono nell'ordine di 218 cv e di 250 Nm, sufficienti comunque a portare la Coupé a 100 km/h nell'ottimo tempo di 6,9 secondi, con una percorrenza media di 11,9 km/litro.

ANCHE DIESEL Non manca neppure un'alternativa a gasolio, la 330d, dotata di motore sei cilindri 3.0 da 231 cv e 500 Nm di coppia. Sono cifre che confermano ancora una volta come le sportive a gasolio non siano più affatto un'eresia. Questo turbodiesel costringe a sua volta la centralina a fare gli straordinari arrivati a 250 km/h, dopo aver fatto transitare la Serie 3 Coupé ai 100 km/h in 6,6 secondi. Il tutto con consumi tutt'altro che spropositati, visto che con un litro di gasolio la 330d percorre in media 15,4 chilometri.

E PURE INTEGRALE A fare da comun denominatore a tutti i motori ci sono un cambio manuale a sei marce (o in alternativa un automatico sempre a sei rapporti) e la trazione posteriore ma anche su questo fronte sono attese novità. A differenza del modello attuale, la Coupé sarà un domani ordinabile anche con la trazione integrale xDrive. La nuova Serie 3 Coupé entrerà in commercio verso settembre ed è chiaramente presto per parlare di prezzi e di equipaggiamenti di serie. In un secondo tempo, comunque, la gamma si amplierà con l'arrivo anche di versioni a quattro cilindri, tanto a benzina, quanto diesel.


TAGS: motore serie gamma litri cilindri gasolio volta fatto sempre km/h posteriore tempo comunque c'e coupe coppia media 330d i migliori da 2.000 a 2.500cc