Autore:
Luca Cereda

AI SALUTI 600 cavalli per dirsi addio. Tanti quanti ne nasconde sotto il cofano questa BMW M5 Competition Edition, la più potente di sempre ma anche l’ultima versione basata sul modello uscente: la Serie 5 F10.

LIMITED EDITION Avviso ai collezionisti: ne faranno solo 200 pezzi. Metà con livrea Carbon Metallic, metà Mineral White metallic, due tinte create apposta per questa serie speciale. Una BMW M5 Competition si riconosce però anche dai cerchi M specifici, da 20’’ a doppie razze con gomme misura 265/35 ZR20 all’anteriore e  295/30 ZR20 al posteriore, dai pezzi in fibra di carbonio (diffusore, specchietti e spoiler) presi direttamente dal catalogo M Performance e dalla griglia in nero lucido. Nell’abitacolo, poi, troviamo sellerie in pelle Merino nera con cuciture a contrasto bianche e un impianto hi-fi Bang&Olufsen da 1.200 Watt. Mica poco.

LE PRESTAZIONI Ma una BMW M5 Competition Edition regala soprattutto 40 cavalli in più del normale. Al V8 biturbo di questa limited edition è stata modificata la centralina e aumentata la pressione del turbo, con un incremento della coppia di 20 Nm parallelo all’upgrade della potenza. 600 cv e 700 Nm, quindi: numeri tondi che fanno il paio con una velocità massima di 305 km/h (se c’è il pacchetto M Driver’s) e uno 0-100 da 3,9 secondi. Il Competition Package porta anche un assetto ribassato di un centimetro, una taratura della sospensioni più sportive, del differenziale Active M e ovviamente dello sterzo. Una M5 ancora più affilata, insomma, cui volendo fare trentuno si potrebbero aggiungere i freni carboceramici, facendo lievitare ancora un po’ il prezzo, che in Germania hanno già fissato a 129.500 euro.


TAGS: bmw m5 bmw m5 competition edition nuova bmw m5 bmw m5 limited edition bmw m5 600 cavalli