Autore:
Raffaele Gomiero

PEZZO UNICO A quanto pare, non manca molto all’arrivo della Strati, la prima auto al mondo quasi totalmente realizzata con una - grossa – stampante 3D: è attesa nel corso del 2017 e il telaio sarà un unico, grande componente, composto da circa 212 strati di plastica ABS rinforzata al carbonio.  E, sempre restando nell’argomento componenti, non saranno poi così tanti quelli che costituiranno la Strati: si parla di meno di 50. Non male, considerando che le auto moderne sono composte da circa 30.000 pezzi. Naturalmente motore, sedili e tutti i vari componenti non stampabili verranno aggiunti in un secondo momento, ma non ci vorrà molto per fabbricare un’auto completa: Local Motors – l’azienda che progetta la Strati – assicura che al massimo siano necessarie 44 ore ma l’obiettivo è scendere a 24.

MOTORE SMALL Naturalmente non è pensabile aspetttarsi performance sportive da un’auto fatta con componenti simili. Il prototipo realizzato per il Salone di Detroit dell’anno scorso montava un motore elettrico da 5 CV (ma c’è anche da 17 CV) e batterie da 6,1 kWh prese da una Renault Twizy, che davano alla Strati a quasi 100 km di autonomia e una velocità massima di 80 km/h, mentre per ricaricare le batterie erano necessarie 3,5 ore. Consideriamo però che mancano svariati mesi prima dell’uscita, per cui non è detto che queste motorizzazioni siano confermate; potrebbe esserci la sorpresa di un motore leggermente più potente. Nota positiva è il prezzo: per portarsi a casa la Strati ci vorranno appena 7.000 dollari, sperando poi che Local Motors permetta agli acquirenti di personalizzarla, se non completamente, almeno in parte. 


TAGS: carbonio auto elettriche local motors stampa 3d auto del futuro 3d strati 3d print plastica abs plastic car 3d printing