SBK 2012

La Superbike verso Aragon


Avatar Redazionale , il 27/06/12

9 anni fa - Biaggi è pronto a difendersi… attaccando.

Fa tappa in Spagna il mondiale SBK. Biaggi è pronto a difendersi… attaccando. Gli altri inseguono e sperano di rosicchiare più punti possibile per non farlo andare in fuga.

L’ALTOPIANO DEI MOTORI 140 km ad est di Saragozza, un altopiano, un circuito e poco altro, anzi niente: si chiama Motorland ma è costruito in mezzo a un deserto. Il circuito di Aragon in sostanza è questo ma è anche un tracciato bellissimo e particolare. L’effetto novità dell’anno scorso è ormai decaduto, la SBK arriva ad Aragon per la seconda volta in due anni e se riavvolgiamo il nastro del tempo torniamo alle vittorie di Biaggi e Melandri che l’anno scorso si sono divisi il gradino più alto del podio.

VECCHIETTO TERRIBILE Per Biaggi fu il primo successo stagionale, quest’anno invece il campione romano (fresco di compleanno, ha compiuto 41 anni il 26 Giugno) arriva al Motorland da capoclassifica, con tre vittorie all'attivo e un margine aumentato grazie alla doppietta di Misano e ai contemporanei passi falsi degli avversari diretti.

NON È FUGA MA… È una fuga? Non ancora perché con 350 punti da assegnare basta poco a rimettere il primato in discussione, ma Biaggi è bravissimo a amministrare il vantaggio. Rosicchiare punti è invece l'obbiettivo di Jonathan Rea, 25 anni, portacolori del Team Honda World Superbike, salito al secondo posto nel Mondiale a 38,5 punti dal capoclassifica. Per lui l’incognita è la pista nuova, nel 2011, infatti, Rea non ha gareggiato al MotorLand causa infortunio nella tappa precedente.

KAWASAKI IN PALLA Arriverà preparatissimo anche il Kawasaki Racing Team, che ha sede a Barcellona, che insieme a Tom Sykes ha effettuato in Spagna ben tre sessioni di collaudo. Lo specialista della Tissot-Superpole (cinque centri in sette round) ha 46 punti di ritardo da Biaggi e tenterà di ripetere il colpaccio di Monza, per adesso unico successo della ZX-10R in stagione.

BME CERCA CONFERME Atteso anche Marco Melandri; la pista gli piace e lo scorso anno è riuscito anche a vincere. È ovvio che proverà a fare lo stesso, anche per rimediare il mezzo passo falso di Misano (ritiro e quarto posto) e per ridurre i 55 punti che lo separano da Biaggi. Anche la squadra tedesca ha scelto Aragon come pista test, per cui anche Melandri e il compagno di squadra Leon Haslam hanno lavorato in pista nei giorni scorsi per non lasciare nulla di intentato.

CHECA ULTIMA SPIAGGIA La prova di casa è importantissima per Carlos Checa (Althea Racing Ducati) che deve rimediare alle due scivolate nei round di Miller (USA) e Misano che l'hanno ormai quasi tagiato fuori dal campionato con 60 punti di svantaggio su Biaggi. Il Campione del Mondo in carica sa di non poter più sbagliare per rimettere in carreggiata il campionato della Ducati.

 


Pubblicato da Andrea Gatti, 27/06/2012
Gallery
Logo MotorBox