News

Sondaggio naked 2004: è di nuovo Brutale


Avatar Redazionale , il 30/11/03

17 anni fa -

Il secondo appuntamento con ciò che piace e non piace ai motociclisti italiani ha per oggetto le novità naked. Tra prototipi, serie speciali e moto per "comuni mortali", riassumiamo un po' ciò che il sondaggio dice e, se è possibile, perché lo dice.

SEMPRE LEI Vittoria scontata, quanto assoluta.La sentenza decretata dagli appassionati italiani è chiara, lampante e senza possibilità di appello: la MV Brutale si riconferma la naked più desiderata e sognata dai motard.

Sono passati ormai 4 anni dalla sua prima apparizione in società e ancora non ci si è stancati di Lei, così bella, così unica in ogni suo particolare. Per Tamburini deve essere una grande soddisfazione vedere le proprie creature ancora lì ai primi posti tra le fantasie dei motociclisti. Se non

fosse per quel piccolo problema chiamato "soldi", ne vedremmo anche a decine scorrazzare per le strade.

PIACE TANTO La Brutale è una moto che sa farsi desiderare, tenere tutti sulle corde, un po’ come la Griso, la "super-power-naked-cruiser" di Mandello che Moto Guzzi ha presentato all’Intermot 2002, ma che all’EICMA 2003 si è presentata ancora in fase di sviluppo.

PIU' VIVA CHE MAI Un vero peccato, perché oggi come allora, la Griso

continua a riscuotere grossi consensi tra il pubblico, non solo guzzista, e questa è una opportunità che la Casa con l’aquila sul serbatoio non dovrebbe farsi sfuggire. La Guzzi non ha mai avuto tanti consenti come in questo 2003: prima con la piccola Breva 750 (venduta in oltre 4.500 pezzi), poi con la sportivissima MGS-01. Entrambe hanno regalato tanto ad un marchio che fino a qualche anno fa stava sprofondando nel baratro del dimenticatoio.

NUOVI GUZZISTI CERCASI La cura Aprilia, però, sembra proprio esser stata la panacea per il marchio di Mandello. Il bacino si è allargato e i tempi sono quelli giusti per sfornare nuove moto dal carattere forte e deciso proprio come la Griso: una moto alla Guzzi, tecnologica, sportiveggiante e piena di personalità.

UNA VERA GUZZI La gente la vuole, la acclama, ma secondo voci indiscrete, bisognerà attendere

ancora un bel po’ per vederla, perché Guzzi ha intenzione di puntare prima sulla naked GT Breva 1100, ormai additata da tutti come l'anti BMW. Moto non emozionale come Brutale o Griso e proprio per questo il suo sesto posto con il 7,7% (1388 voti) va considerato un risultato eccellente. Il progetto della nuova GT sembra proprio aver colpito nel segno: fascinosa, tecnologica e allo stesso tempo tradizionale, è riuscita ad attirare a se apprezzamenti sia di nostalgici sostenitori, sia (e questo è molto importante) da nuovi e possibili adepti della setta dell’aquila lombarda. Risultati che la dicono lunga sulle potenzialità della Casa di Mandello, soprattutto se si tiene anche conto del 5° posto che la MGS-01 ha ottenuto nel sondaggio tra le sportive..

RIMONTA DI CARATTERE Terzo posto per l’inossidabile Honda Hornet (11,1%

=2.000 voti), che si conferma ancora tra le moto più apprezzate grazie alla sua semplicità e facilità d’uso. A dire il vero è un terzo posto un po’ sudato, ottenuto grazie ad un rush finale degno di un centometrista, perché nelle prime due settimane, la naked di Tokyo si è trovata inchiodata ad un deludente 7° posto, sotto tutte le sue concorrenti dirette e in compagnia di una ormai stanca Ducati Monster con un 9° posto (4,2%=757 voti) pieno di significato.

UN PO' DATATA Dieci anni sono troppi anche per un mito come la Monster, che ora risente un po’ del suo immobilismo estetico. Ma i problemi per la Casa

bolognese sembrano non finire mai: l’11° posto (2,3%=414 voti) e il 12° (2,2%=396 voti), rispettivamente per la Ducati Sport 1000 e la GT 1000 (due dei 3 prototipi presentati al Salone di Tokyo), la dicono lunga sul gradimento dei motociclisti italiani sulle probabili nuove leve di Borgo Panigale.

NUOVA STELLA Chi, invece, si riconferma sulla cresta dell’onda è la Kawasaki, fino a ieri considerata la

cenerentola tra le 4 sorelle giapponesi. Così l’aggressiva Z750 si posiziona subito dopo al best-seller Hornet, ad un meritato 4° posto, segnando un 9,3% di share, ben 1.676 voti. Un gran bel risultato, che fa subito intendere chi l’anno prossimo sarà la vera rivale del Calabrone.YAMAHA VEDE NUDO Ma non solo, a dare fastidio alla 600 Honda arriverà anche la FZ6. Infatti, la nuova nuda mezzo litro della Yamaha, la FZ6, dopo aver visto un temporaneo 3° posto durante la settimana di presenza sull’home page, si stabilizza al 5° posto assoluto (7,9%=1.424 voti) appena sopra la Guzzi Breva 1100, con un bel po’ di voti in meno rispetto alla Honda. Un quinto posto da non buttar via, visto che, a parte la Honda e la Kawasaki, tutte le altre contendenti si trovano ad almeno 3 lunghezze.

TROPPO AVANTI? Tra queste ultime spiccano la Buell XB12S e la innovativa Gilera Ferro 850. L’americana, dopo una partenza non certo facile, è riuscita a guadagnarsi il 7° posto in classifica, mettendosi a capo degli inseguitori con il suo 4,8% (865 voti). Nonostante la particolarità e la bontà del progetto, le Buell non riescono ancora a fare breccia nei cuori degli

appassionati nostrani (troppo particolari?), mentre la Gilera Ferro, giunta all'8° posto con il 4,3% di share pari a 775 voti, almeno sulla carta, sembra essersi guadagnata le simpatie di un manipolo di motard italiani, incuriositi dall’idea di guidare una moto vera con cambio sequenziale, come sulle macchine da gara.

IL MOSTRO AUSTRIACO Nulla di fatto per la cattivissima naked firmata KTM. Con il suo 10° posto, la Duke 990 sembra non piacere abbastanza da impensierire (almeno per il momento) la pur sempre vera ed unica Monster. Il suo 3,2% (577 voti) è ancora un po’ lontano (circa 200 voti /ma non così tanto) dalla nuda bolognese, ma tra le outsider di certo è

quella che più ha catturato l’interesse del pubblico.

NIENTE CONCEPT Si può dire che quest’anno sono andati male soprattutto i prototipi? A vedere le percentuali sembrerebbe proprio così: la MT-03 realizzata dalla Yamaha Belgarda si è

piazzata solo al 14° posto (1,3%=234), mentre la Mondial con la sua RZ Nuda motorizzata Honda SP-01, si piazza appena, appena sotto, al 15° con il 1,2% di share (216 voti).

UN CAFE' POCO AMATO Un po’ meglio la Voxan Black Magic che, però, si deve accontentare di un misero 13° posto (1,9%=342 voti) probabilmente per non avere un importatore forte, capace di imporre il marchio. Ma, il

gusto "cafe racer" non ha mai fatto impazzire i palati nostrani e le ultime due posizioni occupate proprio dalle nuove H-D Sportster (16° con 0,4%=72 voti) e la Triumph Thruxton 800 (17° con 0,4%=72 voti) confermano la difficoltà di questa moda ad attecchire nel Bel Paese.

LA CLASSIFICA FINALE 

 1)   MV Brutale 25,3% 2)   Moto Guzzi Griso 11,8% 3)   Honda Hornet 600 11,1% 4)   Kawasaki Z 750   9,3% 5)   Yamaha FZ6   7,9% 6)   Moto Guzzi Breva 1100   7,7% 7)   Buell XB12 S   4,8% 8)   Gilera Ferro 850   4,3% 9)   Ducati Monster 1000   4,2% 10) KTM Duke 990   3,2% 11) Ducati Sport 1000   2,3% 12) Ducati GT 1000   2,2% 13) Voxan Black Magic   1,9% 14) Yamaha MT-03   1,3% 15) Mondial RZ Nuda   1,2% 16) Harley-Davidson Sportster   0,4% 17) Triumph Thruxton   0,4%
Pubblicato da Alfredo Verdicchio, 30/11/2003
Logo MotorBox