Anteprima

Ghezzi e Brian Motard V-Twin


Avatar Redazionale , il 19/06/12

9 anni fa - La prima con sospensioni attive

Arriva da Missaglia, nei pressi di Lecco, la Motard V-Twin, prima moto con sospensione attiva. A produrla la Ghezzi e Brian, piccola factory che realizza special su base Guzzi

SUL FILO DI LANA Arrivare prima di BMW, mica facile eh… Eppure una piccola factory con sede nel lecchese è riuscita nell’impresa. Si tratta della Ghezzi & Brian azienda artigianale nata anni fa dalla passione per i motori e le Moto Guzzi di Bruno Saturno e Giuseppe Ghezzi. I due sono riusciti negli anni a realizzare dapprima autentiche purosangue racing (dominavano le gare per bicilindriche) virando poi verso special che delle Guzzi mantenevano praticamente solo il motore.

NON SOLO SPECIAL Poi Giuseppe Ghezzi ha preso la sua strada ma Bruno Saturno ha proseguito a produrre special su base Guzzi con lo stesso marchio che l’ha reso “famoso” tra gli appassionati dei bicilindrici di Mandello. Nel suo piccolo atelier di Missaglia costruisce telai, parti speciali e adesso anche una motardona particolare nella linea e innovativa nella tecnica.

SOSPENSIONI ATTIVE Innovativa perché questa moto (che sarà disponibile da settembre) porta al debutto un concetto di sospensione attiva, battezzato Dynamic Damping Action. Questo tipo di sospensione rappresenta un passo avanti rispetto alle attuali sospensioni a regolazione elettronica (come l’ESA di BMW o il DES di Ducati) perché riesce a “leggere” la strada adattando l’assetto automaticamente per mezzo di sensori, dell’immancabile centralina e di attuatori elettrici che praticamente in tempo reale modificano i registri idraulici della sospensione. Al pilota non resterà quindi che scegliere il settaggio desiderato da un comando al manubrio perché la sospensione faccia tutto il resto, adattandosi automaticamente alle condizioni della strada.

VEDI ANCHE

MADE IN HOLLAND La sospensione è stata realizzata dalla Tractive Suspension, azienda olandese creata da alcuni “transfughi” dalla WP che lavorano da anni su questo genere di sospensioni (hanno lavorato anche all’ESA) e che ora sono pronti a fare un ulteriore passo avanti. Il nome stesso chiarisce come il concetto alla fine sia molto simile a quello già presentato da BMW (battezzato Dynamic Damping Control, che però agisce sia sulla sospensione anteriore sia su quella posteriore) di cui a questo punto il sistema ideato da Saturno per la sua Motard può considerarsi un precursore.

UNA GRISO PER PARTIRE Il resto della moto parla da sé, il punto di partenza per la Motard V-Twin altro non è che una Griso di cui la Motard eredita motore (rivisto a livello di mappature, scarico e filtro aria) e ciclistica, almeno in quella che possiamo considerare la versione “base”, che si differenzia dalla Griso anche per l’utilizzo di ruote a raggi marchiate Kineo.

COME LA VUOI? Sì perché la moto è (come spesso accade nel caso di realizzazioni quasi artigianali) completamente personalizzabile, il cliente può quindi scegliere che tipo di sospensioni montare o che tipo di cerchi. Per questo motivo è del tutto inutile parlare di prezzo di listino. Ditemi come volete la moto, vi dirò quanto costa.. sì perché la Motard V-Twin si può comprare come moto intera, oppure sotto forma di Kit montato in fabbrica su una Griso già esistente, oppure ancora come Kit spedito grezzo a casa da verniciare. Arrivo previsto a Settembre 2012.


Pubblicato da Andrea Gatti, 19/06/2012
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox