Anteprima:

Benelli BX 450 e 505


Avatar Redazionale , il 13/11/07

13 anni fa - Il leone si sporca gli artigli

Il leone di Pesaro ha deciso di infangarsi gli artigli e allarga la gamma delle sue off road introducendo anche l'enduro. Motore maggiorato soluzioni inedite e 60 cv per una moto che vuole iniziare con il piede giusto.


BELLE, SPORCHE E CATTIVE
L'anno prossimo ci saranno delle altre moto verdi (oltre alla Kawasaki) a cimentarsi nel fuoristrada. Anelli mostra, infatti, di aver preso molto sul serio l'idea di lanciarsi nell'off road con dei modelli non solo bellissimi ma anche rivoluzionari sotto certi aspetti. La cross è passata in un solo anno da prototipo a modello pronto per correre e già che c'erano a Pesaro hanno allargato la famiglia lanciando a Milano anche la sorella enduro.

ENDURO PURO Si chiama BX 505 dove la cifra sta ovviamente ad indicare la cilindrata della moto che dovrebbe correre l'anno prossimo nella classe E3. La moto non manca di spunti interessanti. Il motore è un bialbero in testa con valvole in titanio ed ha un rapporto alesaggio per corsa estremamente superquadro (105x59,5 mm). La potenza annunciata è di 44,5 kW, ovvero oltre 60 cavallini buoni per saltar su da qualsiasi mulattiera. Soluzioni interessanti anche per il telaio che si distacca in modo piuttosto netto da quelli utilizzati fino ad oggi nell'off road.


CARBONIO
La struttura è sempre di tipo perimetrale in alluminio ma la BX ha anche un elemento strutturale in carbonio che va ad irrigidire il telaio fissandosi alle travi laterali e alla zona del sottocannotto secondo unoschema brevettato e denominato EFA. Più "normale" il resto della componentistica con una forcella da 50 mm capace di scorrere per 310 mm e un mono Sachs, anche lui in grado di offrire 310 mm di escursione. Dischi wave (310 e 260 mm) e pinze Brembo chiudono il quadro ciclistico di una moto capace di fermare la bilancia sui 110 kg.


Pubblicato da Stefano Cordara, 13/11/2007
Gallery
Logo MotorBox