Moto GP

Moto GP test a Sepang


Avatar Redazionale , il 23/01/06

15 anni fa - Si riaccendono i motori e si va subito forte

Tutti in pista, o quasi, per il debutto della nuova stagione con il "signore in giallo" che stacca il miglor tempo di giornata. Valentino va già a mille, ma lo sciame delle Honda è subito dietro.


DOVE VA IL CAMMELLO?
Le vacanze sono già finite e se vi siete persi qualcosa del tourbillon di sponsor che ha scosso la Moto Gp durante l'inverno potreste anche fare confusione. Quello li, vestito di giallo con il cammello sulla carenatura è Valentino Rossi, il suo amico è Colin Edwards. La Camel, orfana del pupillo Biaggi (che proprio non è riuscita ad accomodare da nessuna parte nonostante la valigia con 10 milioni di Euro), si è dovuta consolare finendo per appiccicare i suoi adesivi sulla moto del Vale nazionale, che così, ironia della sorte si ritrova il vestito che per due anni ha caratterizzato il suo nemico.



TEST VELOCI
Colori a parte a Sepang il livello è già alto, anche se siamo solo al primo test e nessuno spinge a fondo i tempi (ufficiosi, in quanto rilasciati dai team) sono molto interessanti. La Yamaha ha portato la nuova M1 e Valentino pare sia stato il più veloce di giornata con 2.02.14. Se pensiamo che Capirossi lo scorso anno andò in pole position con 2.01.73 (ovvero solo 4 decimi meglio, con le gomme da tempo e tutta l'adrenalina del contesto della gara) si puà già capire come laggiù in Malesia stiano facendo sul serio.


HONDA IN FILA
E poi le Honda sono tutte li, appiccicate al Vale con tempi di poco inferiori 2.02.21 Melandri, 2.02.23 Hayden, 2.02.46 Pedrosa che pare essersi già messo in scia ai migliori. Capirossi segue a ruota con 2.02.53 e Gibernau ha portato l'altra Desmosedici a 2.02.86. Insomma i migliori sono già tutti li davanti, che anche se sono solo test non fa comunque male.


KENNY & KENNY
La buona nuova arriva dal team Roberts che rientrerà in griglia con la sua KR5 questa volta motorizzata con il V5 Honda. Un piccolo segnale di risveglio per un campionato che rischiava di diventare davvero poco frequentato. Persi per strada Biaggi, Barros, Rolfo, e Checa (che forse però rientra con una Yamaha), persi per strada anche parecchi sponsor pesanti (Movistar, Gauloises), persa anche una squadra di primo piano come il team Pons per la Moto GP tira un'aria non del tutto salutare. Ma si sa, quando si comincia a scendere in pista tutti questi discorsi terminano immediatamente, adesso conta solo vincere. Agli sponsor ci si penserà il prossimo inverno, sperando di non perdere altri pezzi pregiati.


Pubblicato da Stefano Cordara, 23/01/2006
Gallery
Logo MotorBox